INAUGURATA LA NUOVA SEDE DEL CISA. CROTTI: IN ARRIVO IN REGIONE 7.000 MIGRANTI MINORENNI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   05/07/2017 00:00:22 

 

 

Lunedì 26 il vescovo Viola ha benedetto i nuovi locali del Cisa, già funzionanti, siti in via Milazzo 1 ma ufficialmente inaugurati in quest’occasione alla presenza anche dell’assessore regionale alle politiche sociali Augusto Ferrari, del sindaco e del presidente del Cisa Marcello Crotti. In attesa dell’arrivo da Torino dell’assessore, ritardato a causa dei violentissimi temporali che si sono scatenati nell’astigiano nel pomeriggio, il presidente Crotti ha ringraziato i presenti ed ha illustrato il servizio che il consorzio intercomunale socio assistenziale svolge nel tortonese. Crotti è partito da un dato: dall’inizio della crisi economica (2008) è stata bruciata ricchezza per 24 mila miliardi, pari a circa 30 mila euro a testa. Ciò, ad esempio, ha inciso nell’attività del consorzio che ha visto aumentare da 398 mila euro a 482 mila euro nell’arco di un anno i contributi economici erogati, oppure che ha visto schizzare da 785 mila euro di due anni fa a 1 milione 75 mila euro dello scorso anno la spesa per l’assistenza domiciliare. Intanto, però, dal 2011 allo scorso anno la popolazione complessiva è scesa da 62.461 a 60.810 abitanti con un aumento considerevole della età media.

Ultimo dato, per un verso preoccupante, è quello dei “7.000 minori non accompagnati che dovrebbero giungere nella nostra regione tra breve”. Partendo da queste considerazioni  Crotti ha messo l’accento sulla “necessità di un’alleanza virtuosa tra tutti gli enti ed associazioni che si occupano di disagio, adeguandosi alle mutate esigenze pur mantenendo intatte le specificità di ciascun ente”.

 

Nella foto: Da sx il vicesindaco Graziano, l’assessore regionale Ferrari, mons. Viola, il direttore del Cisa Giolito, il sindaco Bardone, il presidente del Cisa Crotti ed il presidente dell’assemblea dei sindaci del Cisa Pistone