A GIUDIZIO PER LA RAPINA DA LINEA ORO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   04/10/2017 00:00:18 

 

 

Commessa nel gennaio 2013

 

Il gip di Alessandria ha rievocato nei giorni scorsi la rapina messa a segno il 25 gennaio 2013 ai danni di Renato Grieco, titolare dell’oreficeria Linea Oro di corso Montebello ed ha rinviato a giudizio  Patrizia Virginia Geronimo, peruviana di Lima, abitante a Milano, il cui processo si terrà il 6 giugno 2018. La donna è accusata di concorso in rapina, lesioni personali volontarie e sequestro di persona, anche se afferma che in quel periodo si trovava in Perù. Con lei erano stati identificati come autori del colpo che a suo tempo fruttò circa 150.000 euro, e accusati dei medesimi reati, il suo compagno Juan Hector Raul Chavez Sanchez, latitante, e Manolo Francisco Diaz Manyari, detenuto per altra causa a San Vittore che, per aver scelto il rito abbreviato, sarà giudicato a parte, ed un terzo complice non ancora identificato. Quel 25 gennaio in tre si presentarono nella gioielleria con la scusa di cambiare la pila ad un orologio, poco dopo aggredivano e picchiavano il titolare, legandolo alle caviglie e ai polsi, arraffavano il bottino e si dileguavano a bordo di un’auto con a bordo un complice che secondo l’accusa dovrebbe essere la donna.