PISTA CICLABILE TORTONA-VIGUZZOLO: PREDISPOSTO IL PROGETTO DI FATTIBILIT└ 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   04/10/2017 00:00:20 

 

 

Si farà la pista ciclabile che congiunge Viguzzolo a Tortona? I membri del comitato Smart Land che da tempo spingono per questa soluzione lo credono fortemente soprattutto dopo la riunione tenutasi settimana scorsa a palazzo comunale ove è stato presentato il progetto di fattibilità predisposto dai tecnici tortonesi per il tratto di loro competenza: una pista bidirezionale di 1.100 metri lungo la provinciale tra l’incrocio con via Vanoni sino a quello con corso Pilotti, posta sul lato sud della strada, evidenziata da un colore diverso dell’asfalto e dalla segnaletica. Il progetto prevede 3 sezioni (vedi foto): 1° tratto (blu): 470 m – da rotatoria con via Vanoni all’inizio dell’area artigianale; 2° tratto (verde): 210 m – in corrispondenza dei capannoni del-l’area artigianale (Alfa Romeo, Edilmutti); 3° tratto (rosa): 420 m – dalla fine dell’area artigianale all’incrocio con corso Pilotti (“Punta di Garbagna”). Il costo è stimato tra i 272 mila ed i 372 mila euro secondo le variabili di costruzione che devono ancora essere decise, perché, ricordiamo, per ora si tratta di un progetto di fattibilità.

A rendere tutto più concreto è poi giunta la notizia che la Regione ha deciso di aprire un bando per la realizzazione di piste ciclabili urbane o di collegamento tra comuni limitrofi (il caso in questione quindi), con un finanziamento al 50% per i comuni oltre i 10 mila abitanti, e quindi Tortona ed al 60% per quelli con popolazione inferiore, Viguzzolo. Questo bando potrebbe quindi essere decisivo per la realizzazione dell’opera, anche se in molti, a Tortona, propendono per una spesa che interessi i tortonesi, e quindi completamente urbana, e non extraurbana. Carmen Ciccone ed Enrico Pertusi del comitato Smart Land si sono dichiarati soddisfatti auspicando che il finanziamento che potrà giungere possa spingere anche ad interessarsi della “variante di corso Pilotti” da loro ritenuta indispensabile.

 

Nelle foto: i partecipanti della riunione in comune; con colori diversi i tre tratti previsti dal progetto di fattibilità