CIGS E CONCORDATO PREVENTIVO PER 8 SOCIET└ DEL GRUPPO M&G 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   08/11/2017 00:00:19 

 

 

E’ iniziata giovedì 2 novembre la cassa integrazione straordinaria per una trentina dei 50 dipendenti della Biochemtex, la società che gestisce il centro di ricerca al Pst, e per 111 su 121 dipendenti della Italian Bio Products (Ibp) di Crescentino (cinque dei quali sono a Tortona). Intanto sono stati resi pubblici gli 8 decreti del tribunale di Alessandria per il concordato preventivo richiesto da altrettante società del gruppo: Beta Renewables spa, M&G Polimeri Italia spa, Italian Bio Products srl, Acetati Immobiliare spa, Ibp Energia srl, Biochemtex spa, M&G Finanziaria spa, Mossi & Ghisolfi spa. E’ emerso che la decisione è stata assunta dai vari consigli di amministrazione o dagli amministratori unici il 13 ottobre scorso e che la domanda è stata depositata il 16 ottobre. E’ inoltre emerso che non è stata ancora depositata la “situazione di periodo al 31 agosto scorso” e nemmeno la “precedente delibera in ordine alla situazione economico – finanziaria e legale delle società ed alla nomina degli advisor legali e finanziari che evidenzia come la situazione di crisi finanziaria non potrà trovare una soluzione in termini ragionevolmente brevi”. Per questo il tribunale ha fissato al 15 novembre prossimo il termine per la presentazione della situazione di periodo al 31 agosto, di una situazione patrimoniale aggiornata al 16 ottobre e delle delibere mancanti.

“Per la complessità della fattispecie e le molteplici implicazioni e rapporti intercompany esistenti” tra le otto società del gruppo che hanno depositato analoga domanda, “che richiedono un indefettibile coordinamento tra tutte le procedure, nonché in considerazione della prospettata prosecuzione dell’attività d’impresa da parte di alcune” il tribunale ha deciso di nominare tre commissari giudiziali, i dottori Pietro Canevelli, Claudio Ferrario e Silvano Cremonesi che potranno operare anche disgiuntamente.