LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/12/2017 00:00:06 

 

 

Cronaca del paese

 

Processo per furto e lesioni

E’ stato rinviato al 13 dicembre dinnanzi al giudice Gandini il processo a carico del 45enne Santino Vinotti, via Berri, denunciato per tentate lesioni personali e furto. Il 6 febbraio 2011 nei pressi del laghetto Maddalena alla frazione Ova si sarebbe avventato con un’accetta contro il genovese Andrea Campora ed avrebbe rubato le canne da pesca ad altri quattro pescatori. Deve inoltre rispondere di aver portato abusivamente fuori casa l’accetta.

 

Nuovo libro di Italo Cammarata

Dal 5 dicembre è in vendita in tutte le librerie della città il nuovo testo di Italo Cammarata “Tortona e Castelnuovo per secoli una difficile convivenza”. E’ l’ultimo lavoro in ordine di tempo sull’ampia ricerca che Cammarata sta compiendo sulla storia delle terre di mezzo a sud del fiume Po.

 

Rapinata mentre fa benzina

 

Brutta esperienza per Vincenza Mirabella, 50 anni, residente in via Gramsci. La donna si trovava presso il distributore Tamoil di Casei Gerola per fare rifornimento self-service, quando veniva avvicinata da due individui di provenienza africana che l’hanno minacciata con un coltello impossessandosi della borsetta, contenente i documenti ed il portafoglio con circa 200 euro. I malviventi, presa la borsa, si sono prontamente dileguati, allontanandosi a bordo di un'auto chiara. Sull'accaduto stanno indagando i carabinieri.

 

Elda Lanza da Lilli Gruber a Otto e mezzo

 

Sono davvero poche le trasmissioni in tv alle quali non è ancora stata invitata Elda Lanza. E tra queste figurava Otto e mezzo. Ma da sabato sera non è più così perché il noto approfondimento giornalistico in onda su LA7 in prima serata ha visto tra gli ospiti, in collegamento dagli studi di Milano, proprio la presenza della prima annunciatrice-presentatrice televisiva in Rai. La Lanza è stata chiamata direttamente da Lilli Gruber in seguito all'uscita del suo ultimo romanzo "Uomini. La stupidità in amore è una cosa seria". Nel corso della puntata di sabato sera sono intervenuti anche lo scrittore Antonio Abate e Silvia Truzzi, giornalista del Fatto Quotidiano. Il tema proposto era ancora la questione "Weinstein": un tema difficile persino da decifrare e sul quale ognuno ha espresso un'opinione derivata dalla propria esperienza. Alla fine, dopo una discussione molto distesa ed intelligente, è stata condivisa proprio l'opinione della Lanza: "Le donne devono imparare a valorizzare le proprie differenze, il proprio intuito ed altre qualità prettamente femminili che le donne hanno e gli uomini no, così come ci ha insegnato Rita Levi Montalcini". E alla fine è stata proprio la Gruber a congratularsi con Elda Lanza invitandola a tornare molto presto a Otto e mezzo. E così sarà.

Helenio Pasquali

 

Da Mainz a Pavia, i grandi progetti di Giulia Scaffino

 

Nonostante la giovane età, 23 anni, Giulia Scaffino può già vantare importanti e qualificate esperienze che le permettono di sognare in grande sempre restando molto legata alle sue radici e, come ama dire lei, sempre “con i piedi per terra, desiderosa di scoprire ciò che mi riserverà il futuro giorno dopo giorno, cercando di lasciare aperte più porte possibili”.

Intanto è arrivata un’importante chiamata da Mainz, in Germania, grazie ad un suo docente ed in terra tedesca Giulia ha scritto un nuovo software per l’analisi dei dati raccolti da un rivelatore di particelle in grado di misurare la traiettoria di una particella che interagisce con il gas contenuto nella camera che si chiama appunto camera proporzionale a multifili.

“E’ stata un’esperienza fantastica anche perché ho avuto la possibilità di confrontarmi con un ambiente di lavoro internazionale e mi piacerebbe poter proseguire questa ricerca anche dall’Italia”

Già, perché dopo Mainz per la Scaffino entra subito in gioco il nostro Paese con la laurea triennale conseguita recentemente in Fisica presso l’Università di Pavia realizzando un prestigioso lavoro di simulazione per studiare la produzione di particelle secondarie in seguito ad un trattamento oncologico di adroterapia.

“Ci tengo a sottolineare che ho potuto fare questo studio proprio perché a Pavia è attivo il centro nazionale di adroterapia oncologica, unico centro in Italia, che tratta alcune specifiche forme tumorali con particolari fasci di ioni carbonio; anche in Europa ci sono alcuni progetti uguali al nostro che prendono proprio riferimento dal centro di Pavia”.

Effettivamente si tratta di un lavoro molto impegnativo ed all’avanguardia, oltretutto realizzato da una ragazza così giovane ma Giulia ne parla con estrema semplicità e naturalezza dimostrando di vivere con grande passione ed impegno questo suo mondo che desidera conoscere sempre più ed esplorare continuamente.

Infatti, non ha perso tempo e sta già frequentando la specialistica in Fisica Nucleare ma per il futuro si vedrà: “L’ambiente accademico è un’opzione che valuto con molta attenzione ma prenderò in considerazione anche altre opportunità, considerando che mi piacerebbe altresì tornare in Germania, ma vedremo. Certamente i miei genitori, mia sorella, i nonni, la famiglia, gli amici subito hanno fatto un po’ fatica ad entrare nell’ottica di questo mio impegno che mi porta spesso lontano da casa ma sono comunque felici sapendo che questa è la mia vita che comporta anche scelte impegnative”.

Sta di fatto che dagli anni del Peano, quando è sbocciata la passione per la fisica, ad oggi, di strada Giulia ne ha già percorsa parecchia e la corsa continua: “Mi piace fare sempre nuove scoperte perché adoro sapere come funzionano le cose, dall’infinitamente grande all’infinitamente piccolo. Ecco perché desidero lasciarmi aperte più porte possibili per poter cogliere il meglio che mi si potrà presentare”. 

E che sicuramente troverà e scoprirà con il suo importante lavoro di ricerca, giorno dopo giorno.

Helenio Pasquali

 

Lillo Baroni e la sua orchestra premiati al Teatro Ariston

 

Grande soddisfazione per il nostro concittadino Lillo Baroni che, insieme alla sua orchestra, è stato invitato a partecipare alla quinta edizione del “Festival delle Orchestre” organizzato al Teatro Ariston di Sanremo assieme ad altre 34 orchestre provenienti da tutta Italia. Accompagnato dalla formazione musicale base di Diletta Landi, Lillo Baroni ha proposto tre brani insieme al suo braccio destro Maurizio, con la cantante Viviana e Nicolas, il figlio di Lillo, nuova promessa della batteria.

La coreografia è stata completata da quattro ballerini d’eccezione: i campioni pluripremiati a livello mondiale di tango argentino Rita Panebianco e Mauro Taricco, insieme ai piccoli Miriam e Federico della scuola Charlie Brown. Al termine l’orchestra di Lillo Baroni è stata premiata per la musica ed il gran-de spettacolo proposto. “Ringrazio - dice Lillo - l’organizzatore del Festival che ha voluto la nostra presenza, Silvio Tromba, le due scuole di ballo che ci hanno accompagnati, i fans club di Piemonte e Liguria, capitanati rispettivamente da Claudio Binasco e Bruna Granduglia, tutti i fans accorsi alla manifestazione, con un ricordo particolare per Elsa Pagella, fondatrice del mio primo fan club, purtroppo recentemente scomparsa”.

Per completare questo successo, venerdì 8 dicembre a Frugarolo, grande festa per i 22 anni dell’orchestra.

Helenio Pasquali

 

Basket Club Castelnuovo Scrivia

 

EcoProgram-Itas Alperia Bolzano        62-60

Due punti d’oro per l’EcoProgram che al termine di una gara soffertissima riesce a spuntarla sull’indomita Bolzano. Nella prima parte di gara sono le altoatesine a farsi preferire, chiudendo a-vanti un primo quarto sempre in bilico (13-11), riuscendo a raggiungere anche la doppia cifra (28-17) per poi andare al riposo sul +6 (35-29). Seconda parte che vede la riscossa delle giocatrici di Pozzi che ribaltano la situazione, agganciano le avversarie ed entrano nei 10’ finali sul +4 (47-43). L’Itas torna addirittura avanti (57-54) ma il Bcc piazza un ultimo decisivo sprint riuscendo a vincere in volata. Sabato (ore 21) trasferta sul campo di Costa Masnaga.

ECOPROGRAM: Repetto, Corradini, Rosso 3, Katshitshi 17, Madonna 9, Vitari 5, Algeri, Borghi, Colli 5, Giangrasso, Ljubenovic 17, Giacomelli 6. All. Pozzi, v. all. D’Affuso.

Giovanili. Vittorie rotonde e senza problemi per le formazioni Under 18 ed Under 16. La squadra di Martinelli, che ospitava il Conte Verde Rivoli, con questa successo fa un altro importante passo in avanti verso la conquista del 2° posto; match senza storia con le giraffe che allungano fin dal primo quarto mettendo in ghiaccio il risultato già all’intervallo. Non molto diversa la vittoria delle ragazze di Balduzzi che sul campo del Livorno Ferraris si sono praticamente assicurate, con un paio di turni di anticipo, il 1° posto finale nel proprio girone. Prossimi impegni che vedono entrambe le squadre affrontare l’Azzurra Basket Vco: l’Under 18 in trasferta (venerdì 8 ore 19) mentre l’Under 16 tra le mura amiche (sabato 9 ore 17,30).

Under 18

Bc Castelnuovo-Conte Verde Rivoli    78-44

BC CASTELNUOVO: Salvadeo Fr. 32, Stella 4, Salvadeo Fe. 9, Balduzzi 4, Caracciolo 4, Curone, Pagella 8, Serpellini 16, Sacchi 1. All. Martinelli.

Under 16

Basket Livorno F.-Bc Castelnuovo        26-90

BC CASTELNUOVO: Ferrari 3, Marchesotti A. 6, Pacenza 12, Veronese 11, De Petris 2, Marchesotti M. 7, Bernetti 17, Quintiero 11, Bassi 21. All. Balduzzi.

Promozione maschile

B. 2000 Nichelino-Bc Castelnuovo        81-54

Troppe assenze per la squadra castelnovese che regge 3 quarti ma cede alla distanza. Prossimo impegno, in casa, lunedì 11 (ore 21,15) contro il Bivi Pall. Nichelino.

BCC: Granata 7, Baschirotto, Parodi, Benetton 1, Salvadeo 6, Naccarato 7, Cioccale, Mandirola 4, Veronese 29.

Nelle foto: la giovanissima Matilde Repetto

 

2ª Categoria - Girone M Super Caste con Tarditi e Sozzè

 

Castelnovese-Tassarolo        1-1

Partita spettacolare, e non poteva essere diversamente, tra due squadre in grande forma che domenica si sono affrontare a viso aperto, alla ricerca entrambe della vittoria. Il numeroso pubblico accorso al “Beppe Spinola” ha apprezzato sottolineando più volte con calorosi applausi le ottime giocate che hanno animato una gara davvero molto bella ed avvincente. A passare in vantaggio per primi, dopo la grande occasione mancata da Di Leo, è stato il Tassarolo al 10’: corner di Crisafulli per la schiacciata vincente di Ventoso che non dà scampo a Gandini. La Castelnovese mostra subito una splendida reazione e grazie ad un meraviglioso sinistro al volo di Tarditi arriva il pari al 20’ e le due squadre vanno all’intervallo sull’1-1. Le premesse per la ripresa trovano conferma già dalle prime battute: gran ritmo con i ragazzi di mister Moiso sempre più padroni del campo. Il portiere novese nega ai bianconeri il vantaggio neutralizzando da campione le occasioni capitate a Fossati, Di Leo e Quaglia ma nulla può a metà secondo tempo su Sozzè che, sempre molto lesto, trova la zampata vincente per il sorpasso. La Castelnovese avrebbe anche realizzato la terza rete con Gatti, annullata però dal direttore di gara per sospetto fuorigioco, peraltro tra molti dubbi ed incertezze. Sta di fatto che Setti e compagni riescono nell’impresa di fermare il Tassarolo e confermarsi tra le prime della classe in attesa dell’impegnativa trasferta di domenica contro la Capriatese.

CASTELNOVESE: Gandini, Islamaj, Setti, Tarditi (60’ Gatti), Bellantonio (90’ Castagnaro), D. Gavio, Fossati (80’ M. Gavio), Quaglia, Di Leo, Sozzè, Belvedere (75’ Andriolo). All. Moiso.

Reti: 20’ Tarditi, 65’ Sozzè.

Nelle foto: Alessio Sozzè 

Helenio Pasquali

 

Castelnovese Settore GiovanilePareggiano Esordienti e Juniores

 

Buona prestazione per gli Esordienti 2005 guidati da mister Gallarati che concludono il campionato autunnale strappando un pareggio contro l’Acqui Terme. I tre tempi sono finiti a reti inviolate ma le vere occasioni da gol sono capitate tutte ai nostri piccoli calciatori che hanno trovato sulla loro strada un grande portiere che ha sempre negato la gioia della rete ai bianconeri. Molta, comunque, la soddisfazione in casa castelnovese per un gruppo in costante crescita, sia fisica che tattica, composto da: Megardi, Dinaro, Dorner, Barbieri, Marcone, Parisi, Oliva, Soldini, Anastasi, Corazza, Trovamala, Difatta, Pisa, Migliore, Alfano. All. Gallarati. Rinviata per neve, invece, la gara degli Allievi ad Acqui. Infine, per la Juniores arriva un pareggio che lascia l’amaro in bocca ai bianconeri, fermati 2-2 ad Alessandria dall’Aurora Calcio. Primo tempo avaro di emozioni, con prevalente gioco a centrocampo e quasi nulle le occasioni da gol. Ripresa molto più combattuta ed avvincente. Castelnovese in svantaggio dopo soli 5’ su calcio di punizione. Immediata la reazione dei ragazzi di mister Setti che prima agguantano gli alessandrini con Cardillo; quindi operano il sorpasso dagli undici metri grazie a Giaconia che spiazza l’estremo difensore avversario.

Aarab e compagni non chiudono il match e così, allo scadere da una mischia in area arriva la beffa del pareggio. La Castelnovese avrebbe ancora potuto aggiudicarsi i tre punti ma Bonacina, trovatosi a tu per tu con il portiere, si lascia ipnotizzare facendo così svanire i sogni del successo.

Prossimo match ancora in trasferta, questa volta contro la Don Bosco Alessandria.

Questa la formazione: Pisani, Castagnaro, Aarab, Dessì (70’ Piccinini), Cella, Gandi, Cardillo (77’ Bonacina), Daffunchio, Poggi (55’ Mastarone), A. Neve, Giaconia (90’ Marcone); a disp. F. Neve, Torti, Mihalcea. All. Setti.

Nella foto: Esordienti 2005

Helenio Pasquali