AL VIA IL PROGETTO PER LA BANDA LARGA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   27/12/2017 00:00:17 

 

 

Sarà Open Fiber, aggiudicatario della gara conclusasi a giugno 2017, a realizzare nei prossimi 36 mesi con 284 milioni di euro di investimento pubblico, la rete della banda ultralarga in Piemonte: 1.150 comuni (in 4 fasi di intervento) coinvolti nelle "aree bianche", quelle a cosiddetto fallimento di mercato, per 1 milione 300mila persone raggiunte, 900mila abitazioni e 110mila imprese servite, oltre seimila chilometri di lunghezza della rete. 

Queste le condizioni previste dal bando: 

1 - Accesso alla rete con connessione pari o superiore a 30 Mbps per la totalità della popolazione;

2 - Connessione internet ultra veloce, oltre 100 Mbps, per almeno l’85% della popolazione.

Il raggiungimento di questi obiettivi permetterà di offrire servizi efficienti ai cittadini e, soprattutto, creare le migliori condizioni per attrarre nuovi investimenti da parte delle aziende e creare le condizioni per mantenere sul territorio quelle esistenti, combattendo lo spopolamento dei piccoli centri.

Si tratta di un opportunità di sviluppo socio-economico per il territorio che non può essere persa. Per questo la Provincia di Alessandria, consapevole del suo ruolo di coordinamento sull’area vasta, si sta impegnando a seguirne attivamente la realizzazione attraverso la cabina di regia regionale.

Sarà fondamentale il rispetto dei tempi definiti, la garanzia che vengano raggiunte anche le cosiddette "case sparse" (eventualmente anche con tecnologie wireless) e, soprattutto, il coordinamento delle parti pubbliche per il successivo avvio di un programma di voucher che favorisca l’accesso ai servizi dei beneficiari finali: i cittadini del territorio. 

Prossimo appuntamento l’11 gennaio, data in cui sono stati invitati i comuni della Fase 1 per l’aggiornamento e presentazione delle prime progettazioni per il Piemonte.