CONDANNE PER RICICLAGGIO DI VEICOLO RUBATO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   27/12/2017 00:00:26 

 

 

Pesanti condanne, nonostante il rito abbreviato che garantisce uno sconto di pena, per Marco Bergonzi di 48 anni, un tempo residente in città in via Trento ed ora abitante a Brignano Frascata, Davide Cassola di 44 anagraficamente residente in via Emilia e Mario Scorza di 50 che erano accusati di riciclaggio di veicolo rubato. Scorza è stato condannato a 4 anni e 5 mesi di reclusione con 5 anni di interdizione dai pubblici uffici, gli altri due imputati a 2 anni e 10 mesi, le stesse pene che aveva richiesto il pm. I fatti: nel marzo del 2015 viene rubato a Codevilla un mini escavatore del valore di circa 9 mila euro. Secondo l’accusa il furto fu commesso da Scorza che trasportò l’escavatore con la complicità di Cassola nella carrozzeria Ala di Viguzzolo ove lavora il Bergonzi. Qui sarebbe stato “mascherato” per non farlo riconoscere togliendo gli adesivi della società proprietaria, smontando alcuni pezzi. Il derubato era riuscito ad individuarlo ed a farlo sequestrate dai carabinieri. La difesa contesta questa ricostruzione affermando, con la documentazione di alcune foto, che l’escavatore aveva ancora gli adesivi ed il numero di telaio. Se ne discuterà in appello.