MIGRANTI A TORRE GAROFOLI? 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   10/10/2018 00:00:21 

 

 

Nell’ex night in località Fornace. Il sindaco Bardone e l’assessore Bianchi hanno incontrato i residenti. In calo le presenze degli extracomunitari

 

Martedì mattina il sindaco Bardone e l’assessore competente Bianchi hanno ricevuto una delegazione di abitanti di Torre Garofoli, località Fornace posta lungo la ex statale subito dopo il cavalcavia ferroviario, venuti a rappresentare i loro timori. E’ infatti circolata la notizia dell’arrivo di una ventina di migranti che dovrebbero essere ospitati in un’abitazione del piccolo centro, ove un tempo vi era un night. L’amministrazione si è interessata alla questione ricordando di essere sempre stata molto vigile su questo problema. E’ emerso che in effetti una cooperativa che ha già in città una ventina di donne nigeriane, con figli, sparse in 3 o 4 appartamenti, ha intenzione di riunirle in un unico stabile anche per poter meglio controllare la loro attività. I cittadini hanno fatto presente che la zona non è la più adatta per ospitare rifugiati, soprattutto con bambini, perché non vi sono servizi né luoghi ove poter far giocare i piccoli.

Sindaco ed assessore hanno assicurato il loro interessamento e Bardone ha espressamente dichiarato: “Non è da escludere una soluzione alternativa. Fermo restando che è la prefettura ad avere l’ultima parola”.

La notizia intanto è utile per ricordare che in questi mesi la presenza di extracomunitari rifugiati si è di molto ridimensionata, almeno di circa 20 unità, attestandosi le presenze in poco più di 80 persone.