ANCORA NULLA IN MERITO AI DOSSI DI CORSO DON ORIONE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   30/10/2018 00:00:16 

 

 

Lettera di un gruppo di consiglieri inviata a Castagnello, presidente del consiglio comunale

 

Egregio presidente Castagnello,

nel corso della seduta della Commissione Consiliare “Ambiente, Tutela e valorizzazione faunistica, Lavori pubblici, Assetto urbano, Enti partecipati, Rapporti con i comuni” del 15 ottobre ultimo scorso, è stato posto al secondo punto dell’ordine del giorno, "l'aggiornamento inerente la mozione consiliare relativa a corso Don Orione", mozione dal sottoscritto presentata in consiglio comunale ed approvata all'unanimità nella seduta del 23 maggio 2018 (delibera C.C. n. 35).

Il punto è stato messo all’odg della commissione, al fine di ottenere degli aggiornamenti circa l’iter procedurale richiesto ed approvato con la mozione.

L'assenza in commissione dell'assessore competente dottor Fara, di un assessore delegato e del dirigente ing. Francesco Gilardone sono stati tuttavia emblematici e costituiscono un messaggio chiaro rispetto alla non volontà dell’amministrazione di dare esecuzione ai precisi indirizzi provenienti unanimemente dal consiglio comunale sulla questione di corso Don Orione.

Acquisite le informazioni del caso, apprendiamo che gli Organi esecutivi non hanno avviato alcun procedimento in proposito. Non uno studio, non una previsione di spesa o un progetto preliminare, da presentare in commissione, come da accordi assunti a margine della mozione approvata in consiglio comunale e come del resto ci si doveva attendere. A meno che non si voglia considerare il consiglio comunale un teatrino delle declamazioni vane che al massimo può ratificare decisioni prese altrove e che non può dare indicazioni di fare o non fare, come invece è nei suoi poteri in quanto massimo organo espressione della democrazia locale e della volontà dei cittadini. Noi riteniamo l’accaduto, o meglio, il non accaduto, cosa gravissima nei confronti del consiglio comunale.

Purtroppo occorre rilevare che non si tratta di un caso isolato. Altre mozioni consiliari approvate in consiglio comunale hanno avuto ugual esito e risultato, cioè nessun tipo di riscontro sia in commissione che in consiglio comunale.

Stigmatizziamo profondamente questo comportamento e attendiamo un Suo urgente intervento che tuteli la dignità del consiglio comunale, anche attraverso l’apertura di un dibattito nel predetto organo su quanto accaduto.

In caso contrario è evidente che non potrà che risultare compromessa la nostra fiducia nei confronti della amministrazione.

I commissari

Franco Carabetta, Carmelo Ciniglio

Davide Colonna, Fabio Morreale, Katia Nalin

NdR In effetti, come da noi rilevato sullo scorso numero, sui dossi, pur con molte scusanti, l’amministrazione è in colpevole ritardo nell’adempiere a quanto aveva solennemente dichiarato in consiglio comunale il 23 maggio scorso.