SALE: INIZIATA LA DISTRIBUZIONE DEI CASSONETTI PER LA RACCOLTA RIFIUTI “SPINTA” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/11/2018 00:00:05 

 

É iniziata, e durerà quasi tutto il mese, la consegna dei nuovi cassonetti per la raccolta porta a porta dei rifiuti. Avvenimento al quale i salesi sono stati preparati nei mesi scorsi con alcune riunioni, preparazione che sarà rafforzata con la distribuzione di un opuscolo in contemporanea ai cassonetti. Operazione molto complessa, che però è stata considerata necessaria per raggiungere quegli obiettivi che la legge impone e che, purtroppo, tutta la nostra zona non ha ancora raggiunto.  Ai salesi verrà consegnato un kit di contenitori: •con coperchio grigio contenitore carrellato da 120 litri per l’indifferenziato; •uguale contenitore con coperchio giallo per carta e cartone; •carrellato da 120 litri con coperchio bianco per plastica e lattine; •per l’umido occorreranno due contenitori, uno marrone da 10 litri da tenere in casa con i sacchetti biodegradabili, uno di 23 litri da esporre in strada. Solo per le utenze non domestiche ci sarà un contenitore da 120 litri; •contenitore da 240 litri con coperto beige per il verde, distribuito solamente a chi lo richiederà con quota fissa annua di 20 euro a partire dal 2019 e 1 euro a svuotamento. Solo il vetro rimarrà come raccolta stradale nelle campane già esistenti ma sarà ad uso esclusivo dei privati perché i bar saranno dotati di un contenitore carrellato di color blu. I contenitori per i farmaci scaduti rimarranno ubicati presso le farmacie, quelli per la raccolta delle pile presso le tabaccherie ed i negozi di elettrodomestici. Per tutti l’alternativa ai contenitori di umido e vegetale è la compostiera che permette la formazione del compost per giardino o per l’orto: Gestione Ambiente sul sito ha una guida al suo uso. Tutti i contenitori sono dotati di un transponder e di un codice alfanumerico che identifica l’utenza per permettere la misurazione dei rifiuti prodotti che saranno rilevati ad ogni svuotamento nella prospettiva dell’applicazione della tariffa puntuale, per cui non si pagherà più in base ai metri quadrati dell’appartamento, ma sulla base della quantità effettiva di rifiuto prodotto. Occorre ricordare, comunque, che il raggiungimento di questo obiettivo viene sempre posticipato: ora è previsto per il 2021. Ogni contenitore potrà poi essere personalizzato da ognuno di noi, in modo da poterlo identificare. La frequenza di raccolta è illustrata nella tabella che pubblichiamo a parte e sarà cura della società comunicare porta a porta agli utenti i giorni di raccolta zona per zona. Contestualmente all’ultima giornata di raccolta del vecchio sistema verranno progressivamente ritirati gli attuali contenitori. Come si è compreso si finirà di pagare, a regime, solamente in base all’effettiva produzione di rifiuti, per cui la finalità di questo nuovo servizio è una raccolta differenziata di qualità, perché gli addetti della società potranno controllare il contenuto e non svuotare in caso di errato conferimento, per non rovinare la raccolta differenziata del camion. Intanto nei giorni scorsi sono state depositate in comune circa 600 firme, ma molte di fantasia o con frasi ad effetto, sotto un breve documento nel quale ci si dichiara favorevoli alla raccolta differenziata del rifiuto ma contrari al metodo di raccolta che va ad iniziare. Posizione legittima, ma purtroppo inficiata dalla sottoscrizione, come detto, di molte firme di fantasia, e gli altri senza l’annotazione di un documento di identità che attesti almeno la residenza a Sale; insomma una raccolta firme inutile.