7 TORTONESI IN CORSA PER IL PARLAMENTO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/02/2018 00:00:22 

 

 

Non c’è ancora l’ufficialità delle liste presentate (la scadenza era il 29) e alcuni partiti non hanno ancora emesso comunicati, ma ormai la composizione, molto difficile, delle due schede che saranno consegnate all’elettore del tortonese domenica 4 marzo è abbastanza chiara.

Confermata la presenza nell’uninominale del Senato per Massimo Berutti, che corre naturalmente per Forza Italia: tutte le previsioni lo danno per uscente. Confermata anche la presenza di Marcella Graziano nell’uninominale alla Camera, corsa più difficile per il vice sindaco tortonese, ma sulla carta non impossibile, anche se Repubblica giovedì dava il leghista Molinari al 36,87%, la Graziano al 28,94% e la grillina Silvia Gambino al 26,96%. Nell’uninominale al Senato, per il M5S l’avvocato tortonese Antonella Scagnetti. Per Casa Pound, invece, pare solo nell’uninominale Camera ma qualcuno afferma che sono presenti anche nel proporzionale, Elena Piccinini, artefice del comitato per l’ospedale e Orazio Barabino, che però corre per il Senato. Un poco a sorpresa, perché il suo nome non era circolato la scorsa settimana, il “ritorno” di Rossana Boldi, piazzata al quarto posto del proporzionale per la Camera (dopo due legislature al Senato) dietro Molinari e Lucchini, dati per vincitori nell’uninominale, e Lino Pettazzi: secondo le previsioni elezione non facile ma possibile. Sorpresa anche per Stefanella Ravazzi, ex consigliere comunale tortonese, che è terza nel proporzionale al Senato per Potere al Popolo, lista di estrema sinistra ex Rifondazione.