MEGA FRODE FISCALE CONTINUA IL PROCESSO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/11/2018 00:00:10 

 

 

I fatti risalgono al 2008

 

Ogni tanto riemerge tra i fascicoli del tribunale il processo, iniziato nel 2014 per fatti avvenuti nel 2008, riguardanti una mega frode fiscale da 100 milioni che ha coinvolto 9 persone, una sola delle quali ha patteggiato a suo tempo una pena di 3 mesi e 22.500 euro, pena sospesa. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta la ventesima udienza del processo, mentre la prossima è stata fissata al 15 gennaio del prossimo anno, probabilmente per l’arringa del pm e, forse, dei difensori. Ma ormai è quasi assodato che questa inchiesta della Guardia di Finanza, che vede coinvolti tra gli altri i fratelli tortonesi Stefano e Massimo Spezia, di 56 e 59 anni, ed il direttore di banca Roberto Guaraglia, di 61 anni abitante ora a Salice Terme, e che è durata quasi tre anni, si concluderà con un nulla di fatto: la prescrizione ormai in alcuni casi è già intervenuta, in altri interverrà tra breve. Solamente gli imputati accusati di associazione a delinquere potrebbero non godere della prescrizione, ma l’iter prima di raggiungere la definitiva sentenza della Cassazione è talmente lungo che è più che probabile che non si raggiungerà nessun verdetto.