CRONACA DELLA SETTIMANA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/11/2018 00:00:12 

 

 

Scontro auto camion

Nel pomeriggio di venerdì 26 ottobre la 22enne Elisa De Marco, abitante in via Bertarino, alla guida di una Fiesta si è immessa sulla ex statale per Sale uscendo da un distributore di benzina diretta verso Sale sembra senza dare la precedenza ad un camion Iveco alla cui guida era un abitante di Bressana Bottarone, che procedeva a velocità oltre i limiti di legge. Nell’urto l’auto è stata sbalzata contro un muretto a lato della strada ma per fortuna la giovane automobilista si è procurata solo ustioni da airbag giudicate guaribili in dieci giorni.

 

Venduto l’ex autoparco

Finalmente per la considerevole cifra di 765 mila euro il comune è riuscito a vendere l’area dell’autoparco posto in viale Piemonte. Ad aggiudicarsela, con un aumento sulla base d’asta di 5 mila euro, è stata la Codelfa spa del Gruppo Gavio. L’assessore Fara si è dichiarato soddisfatto di questa vendita ricordando che le risorse saranno destinate “prioritariamente alla manutenzione delle strade, alla sicurezza degli edifici pubblici ed al decoro urbano”.

 

Nuovi posti letto per l’Alzheimer alla Lisino

Con determina del 23 ottobre la Regione Piemonte ha dato parere favorevole alla Struttura Leandro Lisino di Tortona per la trasformazione di 10 posti letto di Residenza Sanitaria Assistenziale, che ospita persone anziane non autosufficienti, in 10 posti letto di Nucleo Alzheimer Temporaneo (Nat), al fine della realizzazione di un Nucleo Nat di 20 posti letto complessivi. Esprime soddisfazione il direttore generale dell’Asl Al, Antonio Brambilla, per questo importante traguardo raggiunto a Tortona “segno tangibile dell’attenzione ai soggetti più fragili e alle loro famiglie, risultato raggiunto grazie alla sensibilità e alla condivisione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona”.

 

Tortonesi vincono progetto europeo

L’associazione culturale Fattidistorie, agenzia di corporate storytelling, dedicata alla narrazione dell’attività delle imprese italiane, creata dalle giornaliste tortonesi Paola e Luisa Pianzola, ha vinto con il progetto “Storylines. Storytelling for competitiveness in European enterprises”, realizzato in collaborazione con la startup marchigiana i-strategies e il suo fondatore Gianluca Vagnarelli, un bando europeo per il quale otterrà, insieme ad altri partner, un finanziamento di 220 mila euro. Capofila del progetto, volto alla formazione del corporate storyteller, competenza sempre più richiesta dalle aziende per la promozione e divulgazione anche emozionale della propria storia e produzione, la Camera di Commercio Italo-Lussemburghese (Lussemburgo). Gli altri partner sono Cooperation Bancaire pour l’Europe (Belgio); The Hive (incubatore d’impresa, Italia); Economia Creativa Consultancy (azienda, Spagna); BIC Innobridge (supporto alla business innovation, Bulgaria). Il meeting di lancio del progetto si è svolto il 22 ottobre a Bruxelles.

 

Processo per il traffico di rifiuti

Ennesima nuova udienza del processo, per traffico di rifiuti, che vede coinvolti Giorgio ed Alberto Franzosi, Francesco Caovilla, di Sarezzano, Francesco e Daniele Ruberto, Patrizia Guarnieri, moglie di Francesco, Gino Mamone, residente ad Avolasca, con la moglie Ines Capuana, residente in Svizzera, i vogheresi Sandro ed Andrea Gandini, oltre ad una serie di società che fanno capo sia ai Franzosi che ai Ruberto. La scorsa settimana sono stati sentiti ancora alcuni testi, ma il processo entrerà nel vivo, con tutta probabilità, a partire dal prossimo 20 novembre, subito dopo il deposito delle intercettazioni telefoniche che, pare, siano alla base dell’impianto accusatorio.

 

Area Silvi lasciata ai vandali

Sono numerose le segnalazioni giunte in redazione per ciò che sta accadendo all’area Silvi. Giovinastri ogni sera danneggiano le strutture e i giochi per i bambini ma cosa inusuale e grave è che i vandali con impegno si applicano nel danneggiamento dei pali dell’illuminazione. Non si sa quale premio possano ottenere ma sicuramente occorrono controlli frequenti e  severi a tutte le ore del giorno e della notte per dissuadere la presenza di questi imbecilli che non sanno usare in altro modo il loro tempo.  Ancor meglio sarebbe se l’area venisse chiusa nelle ore notturne, perchè sennò a che serve la recinzione?

 

Cimitero di Torre Garofoli: l’assicurazione paga i danni

Lo scorso 7 giugno, a causa di un forte temporale, un albero si è abbattuto sulla cinta muraria del cimitero  di Torre Garofoli abbattendola. Dopo l’esecuzione degli interventi urgenti di messa in sicurezza e di rimozione dell’albero è stata presentata denuncia di sinistro alla Groupama Assicurazioni spa che ora ha liquidato 12.003 euro quale risarcimento del danno. Il comune ha perciò affidato alla ditta Edilflash srl di Tortona con sede in via General Ferrari l’incarico di eseguire i lavori di riparazione definitivi.

 

Fine lavori

E’ stato approvato il certificato di regolare esecuzione dei lavori inerenti la realizzazione della rotonda all’altezza dell’Asmt e dei “passaggi pedonali sopraelevati” di corso Don Orione. L’opera è costata 234.503 euro ed a saldo all’impresa Torti e Torti sono stati liquidati 2.203 euro. Conclusi anche i lavori di ristrutturazione della palestra ex Orsi costati 51.272 euro e liquidati all’impresa Ott Service di Novi 282 euro a saldo.