ENI SI INTERESSA AL BIOETANOLO DI M&G 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   14/02/2018 00:00:20 

 

 

Avevamo scritto ad inizio settembre dello scorso anno dell’interessamento di Eni, attraverso la controllata Versalis, verso alcune società del gruppo Mossi & Ghisolfi, che pochi mesi dopo sono state ammesse al concordato preventivo. Ora i giornali economici nazionali pubblicano la notizia dell’offerta che Eni avrebbe presentato per l’acquisizione della Biochemtex, una controllata del gruppo che ha sviluppato e commercializzato una piattaforma per la produzione di biocarburante. L’obiettivo è di chiudere la trattativa, curata da Mediobanca, entro il 22 febbraio prossimo, data entro la quale un’altra controllata del gruppo tortonese, attualmente in concordato preventivo, la Ibp Energia, rischia di portare i libri contabili in tribunale e tutto il gruppo, secondo le voci più ricorrenti, se la trattativa non andasse in porto, rischia di andare sotto amministrazione straordinaria. La cessione della società, comunque, secondo i rumors raccolti, permetterebbe di abbassare il livello di indebitamento, circa 200 milioni di euro, ma lascerebbe M&G ancora indebitata.

Prosegue, invece, pare felicemente, la vicenda della cessione delle proprietà negli Stati Uniti. In Texas è stata approvata la cessione di Apple Grove, una divisione della M&G Polymers ad una società cinese per 33,5 milioni di dollari, più di quanto era sperato. Lo stesso esito pare possa avere la cessione dell’impianto di Corpus Christi, sempre in Texas, gravato da un buco di 1,8 milioni di dollari.