PIANO TRIENNALE DEI LAVORI: ULTIMO AGGIORNAMENTO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   21/02/2018 00:00:20 

 

 

La giunta assieme allo schema di bilancio preventivo ha adottato anche il piano triennale dei lavori 2018/’20 per complessivi 13 milioni 505 mila euro, di cui 10 milioni 625 mila previsti per l’anno in corso. Un programma quindi molto ambizioso, come deve essere per l’ultimo anno di amministrazione. Molte opere sono state “traslate” dal 2017, anno in cui erano un tempo previste, a questo in corso, altre devono essere però ancora finanziate dallo Stato (le scuole, di cui abbiamo scritto sul numero scorso che erano in attesa di finanziamento). Alcune opere, del tutto nuove, meritano di essere ricordate. Ad esempio l’allacciamento idrico del campo nomadi, così da evitare che l’acqua venga pagata direttamente dal comune che poi si deve rivalere sui privati; oppure l’incremento del finanziamento per la ristrutturazione delle palestre (fermo a 350 mila euro ed ora portato a 700 mila) e soprattutto quello per le piste ciclabili passato da 300 mila in due anni a 1 milione in un solo anno, quello in corso. Nuovo ingresso la messa in sicurezza del territorio in zone Villoria e Capitania per 300 mila euro. 

Presentando questo piano triennale l’assessore ai lavori pubblici Fara ha dichiarato: “E’ un programma molto ricco e vario con il quale si cerca di trovare soluzione a criticità e bisogni emersi in città e frazioni. Occorrerà, oltre a reperire risorse da oneri e alienazioni, fare un ulteriore grande sforzo di progettualità per ottenere fondi ed erogazioni da Stato e Regione”. In effetti il grosso di questo triennale è dato dall’impegno per quest’anno, coperto per poco più di 8 milioni di entrate vincolate per legge. Per la rimanente quota 800 mila euro sono coperti da mutui, 300 mila da vendita delle cappelle cimiteriali, 300 da oneri di urbanizzazione e 938 mila da dismissioni immobiliari, quindi ancora del tutto incerte. Ma è chiaro che questo è l’ultimo anno di amministrazione Bardone (si voterà nella primavera del 2019) per cui l’impegno dovrà essere massimo.

Nella foto: L’assessore ai lavori pubblici Davide Fara