BORSE DI STUDIO SODERINI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   21/11/2018 00:00:10 

 

 

Sono Giorgio Carboni, Silvia Pronestì e Massimiliano Ghiotto nell’ordine primo, secondo e terzo classificato, i vincitori delle borse di studio dedicate alla memoria di Paola Soderini, docente per oltre 40 anni di latino e greco presso il liceo classico Peano. La famiglia, in collaborazione con l’Associazione ex allievi, di cui la professoressa Soderini è stata presidente e la Fondazione Cr Tortona del cui organo di indirizzo è stata membro, ha deciso di istituire le borse di studio rivolte a tutti gli studenti che frequentano l’ultimo anno di ogni corso di studio. Il bando, rivolto agli studenti dell’ultimo anno di tutti gli indirizzi del liceo, prevedeva la stesura di un elaborato a partire da questa traccia: “Uno itinere non potest perveniri ad tam grande secretum”, espressione con cui l'aristocratico Q. Aurelio Simmaco nel IV secolo d.C. cercava di convincere l'imperatore cristiano Valentiniano II a restituire ai senatori pagani la possibilità di celebrare sacrifici e rivolgere preghiere agli dei davanti all'altare della Vittoria in tempi di cristianesimo imperante. Un tema sulla tolleranza, dunque, da declinarsi in esempi relativi al mondo antico e all’attualità. L'Associazione ex Allievi dei Licei di Tortona, in collaborazione con l'Associazione culturale "Le Opere e i Giorni", ha organizzato l'evento conclusivo con una conferenza sul medesimo tema rivolta ai ragazzi e tenuta dal professor Federico Leonardi, studioso di filosofia della storia e in particolare della civiltà greca e latina. Al termine della lectio, dotta ed effervescente, la premiazione degli studenti vincitori da parte di rappresentanti della famiglia Soderini e dell’Associazione ex allievi.