LA PAGINA DEI PAESI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   28/02/2018 00:00:05 

 

 

Affollata la riunione indetta dalla minoranza di Pontecurone - Ernesto Nobile: ecco perchè l’anticipazione di cassa non è un tabù!

 

Buona affluenza di pubblico, attento e partecipe, alla riunione indetta dalla minoranza consiliare pontecuronese lunedì sera alla Soams sul “caso anticipazione di cassa” che sta facendo discutere gli ambienti politico amministrativi del paese.

Dopo l’introduzione di Ernesto Nobile, capogruppo di minoranza ed ex sindaco, la spiegazione tecnica dell’anticipazione di cassa per gli enti locali è stata tenuta da Massimiliano Trudu, dirigente dell’area finanziaria del comune di Chiavari, due lauree inerenti le materie finanziarie, autore di articoli e pubblicazioni varie sulle finanze dei comuni.

Del resto l’anticipazione di cassa non è un tabù: è semplicemente l’utilizzazione di un fido che eroga il tesoriere, così come accade per le aziende private con le banche di riferimento. E’ chiaro che qualsiasi ditta se non utilizza il fido sta finanziariamente meglio, ma spesso per il ritardo dei pagamenti dei clienti (e il comune ha come “clienti” principalmente lo Stato che negli anni scorsi ha tagliato violentemente i trasferimenti passando da 700 mila euro del 2010 a quasi 100 mila euro che il comune ha dovuto restituire nel 2015!) il fido serve per pagare dipendenti, fornitori, e per “fare affari” che per un comune vuol dire asfaltare strade (Nobile ha ricordato che da 18 mesi non si asfaltano più strade in paese, in viale Europa c’è una lampadina da cambiare da 10 mesi e 2 settimana e così via) e fare investimenti con ristrutturazione e così via.

Ed è quindi chiaro che la Corte dei conti chieda chiarimenti se un comune è in anticipazione, ma da “qui a parlare di dissesto come stanno parlando ora in maggioranza ne corre” ha detto Nobile. E l’ex sindaco, aiutato da slide, ha illustrato quanto accaduto negli anni del suo mandato: tanti lavori realizzati, e tutti proprio perché lo Stato non concedeva più trasferimenti in anticipazione perché “il comune non deve mai fermarsi, l’anticipazione è fisiologica per un’amministrazione che vuole fare, ed è per questo che i nostri amici della maggioranza devono stare più tranquilli”. Nobile ha pure ricordato la propria relazione di fine mandato, ove veniva esplicitato che tutti i parametri previsti dalla legge per “accertare lo stato deficitario dell’ente” erano rispettati, ed anzi gli equilibri di parte corrente tranne i primi due anni hanno portato ad un saldo positivo, anche di 140 mila euro. Il relatore ha pure rilevato che il rapporto tra residuo debito e popolazione residente è sempre andato diminuendo da 875 a 706 con un’incidenza percentuale passata da 3.63 a 1.95 nel 2015, ultimo suo “anno intero” di mandato. Anzi la Corte dei conti riconosce che nel 2015 l’utilizzazione dell’anticipazione è stata di 300 giorni, per 1,6 milioni di euro, completamente restituita a fine anno.

L’intervento di Nobile si è concluso con un’apertura verso la maggioranza: “le decisioni competono a voi, ma noi siamo qui a suggerire di non bloccare lo sviluppo del paese, di osare un poco, di fare i manager che sanno guardare un poco più avanti del quotidiano”. 

Infine la chicca: da un documento consegnato dagli uffici comunali a Nobile il 6 febbraio risulta che lo scorso anno i giorni di anticipazione di cassa sono stati 362, praticamente tutti, con un importo che ad inizio anno era di 128.805 euro e che a fine anno ammontava invece a 256.482, ovvero si era praticamente raddoppiato.

Hanno poi preso la parola Loredana Leva che ha ricordato come l’associazione volontari di cui fa parte e che si interessava dei ricoverati alla Rsa non abbia più ricevuto lo scorso anno il contributo di 500 euro, ed il consigliere Fabio Gandi che ha ricordato come l’amministrazione Feltri abbia concesso gratuitamente il campo sportivo ad una società calcistica tortonese che subaffitta, guadagnandoci, mentre il comune nulla ricava! Ora è probabile che la risposta si abbia dall’amministrazione con la presentazione del bilancio preventivo.

 

Alla primaria di Viguzzolo - Progetto contro il bullismo

 

 

In biblioteca si è tenuto, alla presenza dell’assessore alla cultura Cristina Butteri Rolandi, il primo laboratorio del progetto di libera espressione “Troschi e la rivoluzione felina”, ispirato all’omonimo libro di Bruno Furcas. 

Coinvolti gli alunni delle classi quarte sezioni A e B della primaria viguzzolese, accompagnati dalle maestre Adriana, Anna, Elena ed Elisa.

Nelle vesti di artisti hanno dipinto il giardino in cui si svolge il racconto, utilizzando spugne, rulli, pennelli, nella fase successiva arricchito di numerosi fiori, lasciando così spazio alla creatività e alla fantasia, in gruppo. La parte laboratoriale è stata corredata dalla lettura di un passo del libro, inerente all’attività svolta.

Il progetto, come prevenzione al bullismo, ha l’obiettivo di incrementare la condivisione del gruppo, dove ciascun membro ne è parte integrante. Il progetto è finanziato dal sistema bibliotecario tortonese e condotto dall’arteterapeuta Valentina Usala.

 

Cronaca dai paesi

 

Sanzioni provinciali ai comuni

Nei giorni scorsi è stata assunta la delibera con la quale la Provincia irrora sanzioni ai comuni che nel 2014 o nel 2015 non hanno raggiunto gli obiettivi di raccolta differenziata previsti dalla legge. Per il 2014 nel tortonese sono stati multati i comuni di Cassano Spinola, Cerreto Grue e Montegioco; per il 2015 Casalnoceto ed ancora Cassano Spinola e Cerreto Grue.

 

Carbonara Scrivia. Conferenza di servizi

Convocata in Provincia per il 28 febbraio la conferenza di servizi per analizzare la campagna di attività di trattamento dei rifiuti speciali non pericolosi nel cantiere localizzato nell’area ex Fonderia Castelli mediante impianto mobile di frantumazione.

 

Fabbrica Curone. Fine lavori

La giunta ha approvato il fine lavori riguardante il completamento collettore fognario in località Remeneglia per un importo di 20.913 euro: alla ditta Mandirola Agostino del paese era già stato fatto un versamento di 12.840 euro per cui a saldo vengono liquidati 1.413 euro mentre al direttore dei lavori architetto Giuseppe Bracco vanno 3.489 euro.

Stessa decisione anche per i lavori di sistemazione delle strade che hanno comportato una spesa di 44.823 euro; alla Cogepi di Guazzora vengono liquidati 39.093 euro, all’ingegner Luca Beraghi 1.129 per il piano sicurezza e all’ingegner Riccardo Antoniazzi 3.920 per la direzione lavori.

 

Villalvernia. Direttivo pro loco

Carmelo Ritondale è il nuovo presidente della pro loco di Villalvernia, vice è Ida Astorino, segretaria Gianna Ercole e tesoriere Giuseppino Cocco. Fanno parte del consiglio anche Piero Persi, Gabriella Pugno, Carmina Gagliardi, Elena Bisio e Sergio Finotto.

 

Costa Vescovato. Contributi alle scuole

Deciso un contributo di 400 euro ciascuno alle scuole materna ed elementare di Carbonara frequentate dai bambini del paese.

 

Cassano Spinola. Spese per il commissario

Con decreto prefettizio è stato comunicato che l’importo mensile lordo da corrispondere al commissario è di 1.438 euro oltre a circa 600 euro per rimborso spese di viaggio.

 

Carezzano. Impegni di spesa

Con determine sono stati impegnati: 10 mila euro a favore di Enel Energia per fornitura di energia elettrica e gas per il riscaldamento del palazzo comunale e 12 mila euro a Enel servizio elettrico per l’illuminazione pubblica; 4.602 euro a Telecom per la telefonia; 31.823 a Gestione Ambiente per il servizio di raccolta e trasporto rifiuti urbani; 33 mila euro a Srt spa per lo smaltimento dei rifiuti; 7.062 euro a Enel Sole per la gestione degli impianti di illuminazione di sua proprietà.

 

Carbonara Scrivia. Liquidazioni

Liquidati: 2.440 euro alla Torti e Torti di Tortona per fornitura e posa manufatti in cemento armato in strada Sotto le Vigne; 4.880 euro all’architetto Pablo Dettoni di Novi per l’aggiornamento del progetto di ampliamento della scuola materna; alla Noflyzone di Alessandria 951 euro per la fornitura ed installazione centralina impianti antivolatili su fabbricati comunali; 2.440 euro alla Elettroluce di Fabrizio Borsa di Castelnuovo per manutenzione impianti elettrici; 19.764 euro alla Demolscavi di Carasco per primo stato avanzamento lavori bonifica ambientale lotti 2 e 4 ex Fonderia Castelli e sempre alla stessa ditta 16.503 euro per ulteriori interventi; 9.515 euro alla Mentore srl di Corana per rimozione bonifica copertura sempre nell’area ex Fonderia Castelli.

 

Monleale. Opere pubbliche

La giunta ha approvato lo schema del programma triennale delle opere pubbliche che prevede spese solo per l’anno in corso: 968 mila euro per consolidamento e ripristino viabilità e 2 milioni 868.621 per sistemazione difese spondali Curone.