SUOR MABEL CITTADINA ONORARIA DI TORTONA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   28/02/2018 00:00:06 

 

 

La cerimonia si è svolta sabato 17 in comune

 

Sabato 17 il consiglio comunale si è riunito per consegnare a suor Maria Mabel Spagnuolo, superiora generale delle Piccole Suore Missionarie della Carità, della grande famiglia orionina, la cittadinanza onoraria. Manifestazione con larga partecipazione di pubblico, per altro quasi tutto interno all’organizzazione orionina, e di autorità che doveva già svolgersi a luglio ma che poi fu rinviata per motivi organizzativi.  Suor Mabel, per altro, è già cittadina onoraria di San Sebastiano Curone, ove le suore da sempre gestiscono la casa di riposo, e di Pontecurone, paese natale di San Luigi Orione. Pubblichiamo ampi stralci del discorso ufficiale tenuto dal sindaco Bardone prima della consegna della pergamena che attesta la cittadinanza onoraria.

Con questa benemerenza si intende nel contempo esprimere la gratitudine della nostra comunità anche a tutti i rami della Congregazione Orionina, per l’importante missione di apostolato caritatevole che promuovono in numerosi Paesi esportando “da Tortona al Mondo” i valori del nostro san Luigi Orione.

Rifacendomi al discorso pronunciato da don Flavio Peloso, superiore generale degli orionini, nel 2010, in questa sala, proprio in occasione analoga a questa, quando gli venne riconosciuta la cittadinanza onoraria …“è bello ricordare che l’opera di don Orione ebbe inizio con la mediazione dell’amministrazione e del municipio di Tortona. Fu per un atto di fiducia da parte dell’autorità comunale e scolastica che egli potè avviare il primo collegio di San Bernardino il 15 ottobre 1893, con la figura giuridica di “Convitto Paterno”.

Iniziò così un percorso che ha segnato la storia di Tortona, dal punto di vista sociale, culturale e spirituale; dal 1918, con la costruzione del santuario della Guardia, perfino lo skyline della città è fortemente connotata dalla presenza orionina.  

Oggi questa forza si manifesta proprio attraverso l’infaticabile opera della Famiglia Orionina, grazie alla quale Tortona, Pontecurone, San Sebastiano e tanti altri luoghi della zona sono conosciuti e amati nel mondo.

In particolare oggi si è inteso rendere omaggio a suor Mabel per i suoi meriti personali, per la generosità e lo spirito di servizio e la funzione educativa ed il ruolo di superiora generale e per l’opera di tutte le Piccole Suore Missionarie della Carità.

Questo ordine religioso femminile, istituito da don Orione con l’obiettivo che fossero “madri e sorelle dei poveri”, opera in oltre 20 nazioni, nei 4 continenti e in città concretizza la sua missione di carità nella gestione del Piccolo Cottolengo e della scuola dell’infanzia Sacro Cuore, nella conservazione della casa madre e nella realizzazione di innumerevoli servizi resi a sostegno dell’azione sociale, educativa, caritativa e assistenziale.

Non è da trascurare - e sono certo di interpretare il pensiero di tutti gli assessori e i consiglieri - che è la prima volta che Tortona conferisce la cittadinanza onoraria ad una donna: pur senza volerne fare un simbolo, tuttavia riconosciamo che suor Mabel esprime alcune delle più significative caratteristiche del genio femminile: ha qualità manageriali, grazie alle quali “governa” di fatto una multinazionale, è pragmatica ed efficiente, tanto quanto è materna e comprensiva verso tutti; come tutte le mamme, sa essere una guida sicura e una consigliera affettuosa; come tutte le donne è forte nell'affrontare le difficoltà, determinata nel perseguire i suoi obiettivi.  

Su tutto non sfugge il sorriso rassicurante di suor Mabel, alla quale voglio rivolgere il mio più sincero e sentito ringraziamento per il prezioso servizio reso a Tortona attraverso la sua missione nel mondo.

Nella foto: Tutto il personale della scuola materna Sacro Cuore ha festeggiato suor Maria Mabel Spagnuolo insignita della cittadinanza onoraria