IL BILANCIO PREVENTIVO DEL COMUNE DI TORTONA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   28/02/2018 00:00:18 

 

 

Sono finalmente stati pubblicati all’albo pretorio del comune tortonese gli schemi e la delibera con cui la giunta ha approvato il 6 febbraio scorso il bilancio di previsione, e tutte le delibere conseguenti. Il documento, per quanto riguarda la competenza, chiude in pari a 57 milioni 781.600 euro (il conto di cassa invece sale a 70.281.540 euro con un fondo cassa finale presunto di 125 mila euro). L’entrata maggiore è data da quelle correnti, cioè tributarie, per 21 milioni 103.400 euro, seguite da quelle in conto capitale per 10 milioni 447.700 euro, dalle extratributarie per 6 milioni 721.800 euro e dai trasferimenti correnti per 3 milioni 189.600. Sono poi da contabilizzare 800 mila euro di accensione di prestiti, 1 milione di anticipazione di cassa da parte del tesoriere, 855 mila da riduzione di attività finanziarie e poco più di 13 milioni di partite di giro.

Analogamente le spese correnti, pari a 29 milioni 12.200 euro sono le più alte, seguite da quelle in conto capitale per 11 milioni 145.700 euro e quelle per incremento di attività finanziarie per 800 mila. Il rimborso prestiti ammonta a 1.974.600 euro.

A fronte di questi dati la giunta ha previsto una copertura da parte degli utenti del 78,70% dei servizi a domanda individuale individuati in casa albergo con spese per 1,648 milioni, entrate da rette per 1,480 e copertura dell’89,82%; asilo nido, coperto solo per il 50%, 362 mila euro di spese; 331 mila di entrate pari al 91,49% della copertura; mense, spese per 850.800 euro, entrate per 560 mila, 65,82% di copertura; servizi socio educativi 235 mila spese, 65 mila entrate, pari al 27,66%.