NON SI PUÒ FARSI GIUSTIZIA DA SOLI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   28/02/2018 00:00:20 

 

 

Ma chiedere che le autorità lo facciano, sì

 

Sia ben chiaro, il “problema” degli stranieri che insistentemente in alcune piazze della città chiedono soldi ed aiutano a parcheggiare esiste, soprattutto le donne si sono spesso lamentate dell’insistenza, in alcuni casi molesta, di queste persone, temendo sia “ritorsioni” alle vetture che verso la propria persona. Il sindaco alcuni mesi fa aveva emesso un’ordinanza, scaduta dopo le feste natalizie, che è parsa più una “grida manzoniana” che altro, a tal punto che sostanzialmente è rimasta inapplicata, a parte alcune sanzioni elevate nelle prime settimane. Detto ciò, e quindi rilevato che il problema rimane e non è stato risolto dalle autorità costituite, non è nemmeno possibile che si lasci impunemente che i cittadini “si facciano giustizia da sé” con spedizioni che purtroppo fanno tornare alla mente brutti ricordi. Lasciare che un gruppo di circa 12 giovani pattuglino le piazze cittadine, che lancino slogan come “siamo qua per questo, per allontanarli” (i parcheggiatori abusivi) o “staremo qua a presidiare che queste persone non chiedano soldi in modo abusivo ai cittadini” non sembra nemmeno lecito, né ammissibile. Far rispettare le leggi spetta alle autorità pubbliche, così come a loro spetta l’insegnamento della legge e del suo rispetto. Insomma sabato 17 febbraio 2018 si è registrata una brutta pagina per la nostra città.