SALE: I RICHIEDENTI ASILO INCONTRANO GLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   28/11/2018 00:00:01 

 

 

Alla media Sineo di Sale

 

Nei giorni scorsi, presso la secondaria di primo grado di Sale, i ragazzi di 3 A e di 3 B hanno potuto incontrare alcuni richiedenti asilo, ospiti del CAS (Centro di Accoglienza Straordinaria) presente nel comune di Alluvioni Piovera ed assistiti dalla cooperativa Kepos. Scopo dell’incontro era far entrare in contatto diretto gli alunni con una realtà che, per molti versi, non si può più ignorare e che molto spesso viene riportata a seconda del credo e dell’emotività. 

Tutto ha avuto inizio con un video che riporta la quotidianità dei richiedenti asilo ed illustra in breve la “normalità” che caratterizza un centro di accoglienza. Al termine del filmato gli stessi richiedenti asilo si sono presentati e da lì è iniziato un confronto dialettico emotivamente molto coinvolgente per adulti e minori. A conclusione vi è stata un’esibizione dei migranti con strumenti a percussione ed un breve pezzo di body percussion eseguito dagli alunni della scuola secondaria diretti dal professore di musica, Marco Campese, a cui nel finale si sono aggiunti gli ospiti.

La forte partecipazione emotiva ha convinto insegnanti e operatori sociali della cooperativa ad estendere il percorso di incontro anche alle altre classi della scuola e ad iniziare una serie di attività insieme per consentire maggior conoscenza ed integrazione. Per questo è probabile che in un prossimo futuro i richiedenti asilo, insieme agli alunni, ridipingeranno le pareti scolastiche negli anni assai degradate da ragazzi poco rispettosi del bene comune. Ancora più divertente sarà suonare insieme per la preparazione dello spettacolo di fine anno, ormai tradizionale in tutti i plessi dell’Istituto Comprensivo Bassa Valle Scrivia diretto da Lorenza Daglia. 

Per la realizzazione di tutta l’iniziativa fondamentale è la partecipazione e la collaborazione del comune che, nella persona del sindaco Pistone, ha seguito con interesse e apprezzamento l’incontro e che metterà a disposizione tutto il materiale utile per la tinteggiatura delle pareti della scuola. 

Quindi il percorso è solo iniziato, ma sarà sicuramente molto fruttuoso e, perché no, anche divertente.