HSL DERTHONA - 1ª CATEGORIA - GIRONE H - «SCENDIAMO IN CAMPO PER VINCERE SEMPRE; I TIFOSI SONO L’UOMO IN PIU’» 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/03/2018 00:00:11 

 

 

Giunti alla 22ª giornata di campionato, l’Hsl Derthona, 2° in classifica con 46 punti pari merito con la BonBon Lu e staccato di 3 lunghezze dalla capolista Gaviese, affronta il turno di riposo (fermo anche il resto del girone, causa neve) prima di lanciarsi nel rush finale della stagione in cui dovrà affrontare 8 gare al massimo delle sue possibilità senza più sbagliare un colpo. Abbiamo allora incontrato il direttore sportivo Luca Sacco per una breve analisi della stagione fino ad oggi e delle prospettive future della squadra. Ciao Luca, per prima cosa una battuta sul big match con la Luese. Cosa ne pensi? “E’ stata una gara giocata benissimo da parte nostra. Un primo tempo quasi perfetto in cui eravamo davvero determinati ed in cui si è visto il grande lavoro di preparazione fatto da mister e ragazzi durante la settimana. La domenica è sempre lo specchio del lavoro in allenamento e tutti hanno potuto apprezzare il grande impegno ed il buon gioco prodotto dalla squadra. Nella ripresa poi meglio la BonBon, che è una grande squadra e ci ha dato del filo da torcere ma noi abbiamo dato prova di solidità, di grande capacità di soffrire e di una notevole coesione di gruppo. Siamo contenti della prova e della vittoria fondamentale che poteva anche essere più ampia nel punteggio. E’ la prima vittoria in stagione contro una big, visto che all’andata avevamo pareggiato con i monferrini mentre con la Gaviese abbiamo totalizzato un pari ed una sconfitta; è anche la prima volta in stagione che inanelliamo 3 vittorie in fila. Continuiamo così, non dobbiamo accontentarci!”. Come giudichi la stagione fino ad oggi? “Siamo in linea con gli obiettivi prefissati all’inizio. L’obiettivo erano i playoff ed ora siamo in lotta per vincere il campionato. Anche a livello societario i conti sono a posto e possiamo andare avanti con le nostre forze”. Se dovessi darle un voto? “Direi un bell’8 fino ad ora, non è ancora finita”. Alla squadra? “Alla squadra do un 8. I ragazzi si sono dimostrati uomini prima che calciatori e quindi degni di vestire questa prestigiosa maglia; per arrivare al 10 sanno cosa devono fare”. A mister Pellegrini? “Merita un 8 e mezzo. E’ il valore aggiunto del gruppo. Ha fatto un lavoro straordinario cambiando volto alla squadra, ha portato entusiasmo, infuso fiducia e voglia nei ragazzi ed ha dato un’anima al gruppo”. Alla società? “10. Si è dimostrata seria ed innamorata della maglia, non ha fatto mai mancare nulla ai ragazzi e possiamo dire di essere più vivi che mai nonostante qualcuno, a novembre, avesse già fatto il nostro funerale”. Per ultimo, ma non meno importante, ai tifosi? “Beh anche loro meritano senza dubbio un bel 10; noi siamo qui grazie a loro, alla loro passione ed al loro amore per la maglia bianconera. Sono l’uomo in più in campo perché non c’è calcio senza tifo”. Dopo la sosta mancheranno 8 giornate per 24 punti, tutto è ancora aperto? “Noi avremo un calendario che sulla carta può sembrare più semplice rispetto a quello delle nostre dirette concorrenti ma non dobbiamo fare l’errore di sottovalutare nessuno. Non possiamo fare calcoli e nemmeno rallentare, questa Prima è imprevedibile e noi siamo consapevoli che dobbiamo sempre vincere, poi alla fine tireremo le somme”. Per concludere, state trattando con il Calcio Derthona la questione fusione? Ci sono stai incontri? “Non ci sono mai stati incontri e posso dire con certezza che l’Hsl Derthona va avanti con le sue gambe. Non c’è nessuna possibilità di fusione. Noi siamo contenti della sinergia con il Derthona Basket e ci ha fatto davvero piacere vedere tutti i nostri tifosi spostarsi da Castellazzo a Casale per sostenere Garri e compagni nel derby. E’ stata una vera giornata da leoni, una domenica indimenticabile”. 

D.M.