CRONACA DEI PAESI  
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   05/12/2018 00:00:01 

 

Carbonara Scrivia. Modifica autorizzazione

La Provincia ha modificato l’autorizzazione integrata ambientale rilasciata all’Huhtamaki srl richiesta a febbraio di quest’anno per l’installazione di un cogeneratore alimentato a metano per produzione di energia elettrica, energia termica e, abbinato ad un assorbitore, di energia frigorifera; recupero di calore sulle linee di accoppiamento, recupero di energia termica dai gas esausti in uscita post combustione ed installazione di una nuova linea rotocalco più efficiente in modo da ridurre il costo energetico. La vigilanza e controllo è stata affidata all’Arpa.

 

Pontecurone. Sostituzione serramenti municipio

L’ingegner Virginia Scacheri per un onorario di 8.247 euro è stata incaricata del progetto di sostituzione serramenti esterni di villa Signorini, sede del municipio, progetto approvato per una spesa di 119.700 euro.

 

Pontecurone. Fallimento

Il tribunale ha sentenziato il fallimento della C.M. Comunicazioni srl con sede in via Emilia 41. Curatore il dottor Filippo Pongiglione, assemblea per l’esame dello stato passivo convocata per il 28 febbraio 2019.

 

Pozzol Groppo. Rimozione amianto

Ad inizio settembre l’Arpa ha eseguito un sopralluogo in località Torrino constatando la presenza di tetti di eternit in cemento amianto con “indice di degrado pessimo ed indice di esposizione medio”. La nota dell’Arpa richiede al sindaco di ordinare la rimozione di questo amianto entro tre mesi, cosa che il sindaco ha fatto con ordinanza del 17 novembre.

 

Alluvioni Piovera. Fine mandato agli ex sindaci

Liquidati 5.325 euro a Giuseppe Betti sindaco di Alluvioni per il mandato 2013/’17 e 2.144 euro a Enrico Boccaleri sindaco di Piovera per il periodo 2014/’17 quale indennità di fine mandato amministrativo.

 

Alluvioni Piovera. Lavori alle scuole

L’amministrazione intende partecipare al bando regionale per l’adeguamento sismico e messa in sicurezza degli edifici che ospitano la scuola dell’infanzia “Gli aquiloni” ad Alluvioni e la scuola primaria Mensi a Grava. Per questo motivo sono stati approvati i documenti di fattibilità tecnica e finanziaria che prevedono una spesa di 322 mila euro per ciascuno dei due edifici. Contemporaneamente è stato affidato all’ingegner Alberto Dolcino l’incarico per l’esecuzione delle indagini diagnostiche previste dalla legge per un onorario di 14.718 euro.

 

Alluvioni Piovera. Commissione edilizia

Il sindaco ha nominato la nuova commissione edilizia che sarà così composta: ingegneri Andrea Piana di Bosco Marengo e Andrea Tambussi di Tortona, architetto Maria Luisa Cannatelli di Alessandria, geologo Fabrizio Beltrachini e geometra Alessandra Angeleri entrambi di Tortona.

 

Carezzano. Rifacimento tetto portico

Nel 2016 fu deciso il rifacimento del tetto del portico dell’edificio comunale, che poi non fu eseguito. Ora è stato dato l’incarico alla ditta Paolo Ciccotti per un costo di 13.739 euro.

 

Volpeglino. Utilizzo immobile già studio Gentilini

E’ stato siglato un contratto di comodato gratuito tra il comune e la signora Alfonsina Amoroso per l’utilizzo di parte dell’immobile di proprietà della donna per 20 anni, ove il pittore locale Aldo Gentilini aveva abitazione e studio.

 

Villalvernia. Svegliata dai ladri

Brutto risveglio, nel pieno della notte, per una donna abitante in paese in via XX Settembre che ha sentito rumori alla finestra della camera, che stava per essere forzata. Le sue grida hanno spaventato i ladri che sono fuggiti. Vane le ricerche dei carabinieri prontamente accorti. La notte successiva sempre in via XX Settembre è stata visitata un’altra abitazione, mentre gli occupanti dormivano, dalla quale sono spariti 100 euro e un orologio.

 

Pontecurone. Auto contro albero

 

Grave incidente stradale domenica mattina 25 novembre in via Tortona. La 36enne Alice Lugano originaria di Volpedo e residente in via Cesare Battisti a Pontecurone, per cause imprecisate ha perso il controllo della propria Fiesta uscendo fuori strada finendo contro uno degli alberi del viale all’ingresso del paese. La donna è stata ricoverata con 35 giorni di prognosi.

 

Casalnoceto. Nuovo impianto di filtraggio all’acquedotto

 

Negli anni scorsi a Casalnoceto si erano verificati episodi di intorbidimento dell’acqua potabile erogata dall’acquedotto comunale, dovuti alla presenza di piccole quantità di argilla o di sabbia aspirata dalle pompe di captazione durante periodi di prolungata siccità. Ciò aveva interessato soprattutto i tratti terminali della rete idrica, senza mai peraltro compromettere la potabilità dell’acqua. Recentemente l’amministrazione comunale, per evitare il ripetersi di simili episodi, ha provveduto a dotare la rete di distribuzione di un sistema di filtrazione a quarzite/antracite gestito da computer e con rigenerazione automatica del letto filtrante. 

 

 

Presentato da Renato Balduzzi sabato scorso

Libro di Carlo Varni su Castellar Guidobono

 

Presso il Centro Il Salone è stato presentato sabato pomeriggio 24 novembre il libro di Carlo Varni “Da castro degli Squarzoni a Castellar Guidobono. Le vicende di un paese con venti secoli di storia”, edito da Sette Giorni. In un salone gremito alla presenza dell’autore il professor Renato Balduzzi ha presentato il lavoro di Varni, primo volume sulla storia del paese che si avvale della presentazione di monsignor Sergio Pagano prefetto nell’archivio Segreto Vaticano. Nel libro si narra l’evoluzione del piccolo nucleo rurale sorto in età romana fino al periodo della Rivoluzione Francese in un excursus storico di largo respiro che vede il paese coinvolto, suo malgrado, nelle vicende della grande storia e nelle piccole lotte quotidiane per la sopravvivenza.

 

 

Garbagna. Borgo dei borghi: bell’avventura

 

E’ stata una bella avventura vissuta con altri 60 paesi la partecipazione al concorso “Il borgo dei borghi” condotto da Camila Raznovich su Rai 3 affiancata dallo storico dell’arte Philippe Daverio. Quattro le puntate, tre semifinali tra i 60 paesi suddivisi nei gruppi A, B e C ed una finale. Garbagna era nel gruppo B ed è andata in onda sabato 10 novembre. In quella del 24 invece è stato proclamato il borgo vincitore, il siciliano Petralia Soprana. Garbagna ha fatto la sua parte scoprendo le sue bellezze a testimoniare che l’Italia è disseminata, oltre che da splendide città d’arte, da piccoli tesori, i suoi tantissimi bei paesi sparsi su tutto il territorio, da preservare nella loro unicità. In molti, dopo aver visto la trasmissione, hanno raggiunto Garbagna per scoprirla meglio o hanno contattato il municipio per avere notizie su come raggiungerla e visitarla. Una nuova sfida che Garbagna non mancherà di cogliere e grazie a tutti quelli che hanno dato il loro voto.

 

3 mila sindaci “in gita” a Roma grazie a Poste Italiane

 

Molti sindaci dei piccoli comuni del Tortonese lunedì scorso erano a Roma per partecipare ad un incontro promosso da Poste Italiane e dalla Presidenza del Consiglio. Il problema è noto: la chiusura di decine e decine di uffici postali, che a volte sono aperti solo alcuni giorni alla settimana, chiusura che non può che danneggiare l’abitante del piccolo comune che subisce questo grave disagio. Come grave disagio, aggiungiamo noi, è quello di distribuire la corrispondenza a giorni alterni, cosa incredibile per una società che si chiama Poste Italiane. Comunque riteniamo che il viaggio sia stato del tutto pleonastico, per non dire inutile, anche se ha permesso a circa 3 mila primi cittadini di visitare la “Nuvola” di Fuksas. Il premier Conte ha assicurato che Poste Italiane investirà e non chiuderà gli uffici postali “perchè costituiscono nel sentimento degli italiani un presidio dello Stato”. Ancor più esplicito l’amministratore delegato di Poste Italiane, Del Fante, che ha affermato “in tutti i piccoli comuni gli uffici non verranno chiusi o ridimensionati (ma nulla è stato detto per quelli ove il ridimensionamento è in atto). Vogliamo popolare gli uffici con nuovi servizi per permettere alla gente di continuare a vivere nelle zone più marginali”. Del Fante ha ricordato che nei prossimi anni il volume dei pacchi da consegnare, grazie all’e-commerce triplicherà, come se a Casasco o Avolasca o Costa (tre paesi che avevano il sindaco a Roma) l’e-commerce fosse una realtà tangibile! L’unica “concessione” ai comuni privi di ufficio postale (nel Tortonese Berzano, Castellania, Dernice, Gremiasco, Momperone e Monleale) l’istituzione futura di un bancomat, come se quelle popolazioni, particolarmente anziane, siano abituate a prelevare denaro da una macchina! Una cosa però è emersa, ed è abbastanza inquietante: la proposta avanzata da Marco Bussone, presidente dell’Uncem, di far gestire da Poste Italiane le tesorerie e la gestione dei tributi dei comuni. Insomma dare a Poste Italiane qualche miliardo di euro in tutta Italia perché continui a fare la banca, e non più l’ufficio postale per ricevere ed inviare la corrispondenza.