SCONTRO MORTALE A PONTECURONE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/03/2018 00:00:26 

 

 

Ancora un incidente mortale sulle strade del tortonese. Martedì verso le 7,30 il 41enne (compiuti il 14 febbraio) Roberto Forlino alla guida della propria Alfa Romeo Mito provenendo da Casteggio, ove era andato ad abitare da Viguzzolo dopo la separazione, a velocità sicuramente sostenuta, ha fatto un frontale all’incrocio posto all’uscita del paese verso Voghera contro un Ducato condotto dal 36enne Dimitriu Constantin, romeno abitante in provincia di Pavia. Lo scontro è stato terribile, la vettura ha tutta la parte anteriore praticamente distrutta e per il Forlino i soccorsi, pur celeri, sono stati vani. L’uomo gestiva il distributore di benzina nei pressi del bocciodromo di viale Piemonte, era molto conosciuto in città e a Viguzzolo ove aveva vissuto a lungo; amava gli animali ed era un tifoso sfegatato dell’Internazionale.

Tutti coloro che lo conoscevano lo ricordano come un uomo affabile, gioviale e sempre allegro. La Polstrada di Alessandria, che è intervenuta per i rilievi, sta ancora svolgendo indagini per comprendere l’esatta dinamica dell’incidente. La causa più probabile è che il romeno, rimasto ferito ma in modo lieve, uscendo da Pontecurone e diretto verso Voghera non abbia concesso la precedenza alla vettura. Ma alcuni segni in strada fanno pure pensare al fatto che, invece, il Ducato provenisse da Tortona e fosse nella corsia di immissione per Pontecurone e che lo scontro sia avvenuto perché le due vetture erano “troppo” al centro strada. Roberto Forlino lascia un fratello, Silvano, di 49 anni.

Dopo la costruzione della rotonda in strada per Viguzzolo ed il nuovo progetto per la costruzione di una rotonda in strada per Rivanazzano sempre in territorio pontecuronese, la prima che poco o nulla ha risolto, non si è ancora giunti a compiere opere che veramente risolvano la pericolosità delle strade intorno a Pontecurone, molto trafficate.

Sarebbe ora che chi di dovere si attivasse presso la Provincia per riuscire a rendere più sicuri i due ingressi principali al paese.

A Pontecurone si parla di una raccolta firme.