OTTOBRE CALDO E MOLTO PIOVOSO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   19/12/2018 00:00:08 

 

 

Se settembre 2018 è stato il terzo mese di settembre più caldo dal 1958, ottobre, pur con una flessione nelle temperature, è stato il 6° mese di ottobre più caldo sempre negli ultimi 60 anni con un’anomalia termica di +2,3 gradi rispetto alla media del periodo dal 1971. Di contro mentre settembre è stato un mese “secco” con un deficit di pioggia di 56,5 millimetri, ottobre è stato il 6° mese di ottobre più piovoso sempre dal 1958 con un surplus di pioggia di 111,7 millimetri, pari a +84%. L’andamento climatico del mese, però, è stato molto vario. Ad esempio nella mattina del 2 ottobre le temperature minime in pianura sono calate fino a toccare i 6,5 gradi; il 23 è stato il giorno nel quale le temperature minime in pianura hanno avuto il valore più basso del mese con 5,5 gradi ed il 31 è stato il giorno mediamente più freddo del mese. L’anomalia termica positiva come sempre è stata favorita più dalle massime (+2,6 gradi) che dalle minime (+2 gradi) ed il record è stato toccato grazie al foehn del 24 ottobre, quando la media delle massime in pianura ha toccato i 27,6 gradi, ed in alcuni casi superato i 30; comunque si è trattato del giorno con le temperature massime più elevate per la terza decade di ottobre nel nuovo millennio. In generale il valore più basso delle minime si è avuto in provincia il 23. Ma lo scorso mese di ottobre rimarrà negli annali per le precipitazioni, che sono iniziate nella regione già dal 10; comunque il maltempo degli ultimi giorni del mese ha meritato un’attenta analisi da parte dell’Arpa. I fenomeni sono iniziati sabato 27 quando una saccatura presente sul Mare del Nord si è estesa alla penisola iberica per cui la nostra regione è stata interessata da correnti umide da sud ovest: le precipitazioni si sono verificate soprattutto sul settore appenninico nella nostra provincia con il picco massimo a Piani di Carrega ove si sono registrati 82,2 millimetri di pioggia in 6 ore, 134 in 12 ore e 187,4 mm in 24 ore. Tra il pomeriggio del 28 (giorno risultato il più piovoso in provincia) e la mattinata del 29 le piogge sono state sempre molto abbondanti, segnando sempre a Piani di Carrega 199,2 millimetri. Lunedì 29 è stato il giorno più piovoso del mese, a livello regionale, con 76,5 mm di precipitazione media e vento molto forte, con raffiche che nella nostra provincia hanno toccato i 120 km/h. Il 30 e 31 ottobre, invece, il maltempo si è allontanato dal sud del Piemonte, per interessare la parte nord. Da ricordare, ancora, che in occasione degli eventi dell’11 e 27-30 ottobre il 22% delle stazioni pluviometriche regionali ha registrato il record di precipitazioni nelle 24 ore; ciononostante i giorni piovosi nella nostra provincia (ovvero con oltre 1 mm di pioggia) sono stati 6, risultando inferiori alla media. Per quanto riguarda il vento, detto sopra del foehn occorre ricordare che il 29 in provincia è stata registrata una raffica da 21,6 metri al secondo, la seconda per forza in tutta la regione e che i giorni di nebbia ordinaria (visibilità inferiore al km) sono stati 14 contro una media di 20 mentre si è avuto un solo giorno di nebbia fitta (visibilità inferiore ai 100 metri) contro i 3 di media.