CYBERBULLISMO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   04/04/2018 00:00:09 

 

 

Alle 16,30 di mercoledì 21 marzo si è tenuto presso il Valenziano l’incontro dal titolo “Responsabilità e diritti nella scuola dell’era digitale”. La conferenza, aperta a genitori, insegnanti e studenti, ha trattato il tema del cyberbullismo dal punto di vista legale. L’avvocato Davide Albini, PM presso il Tribunale di Genova, presentato dalla prof.a Roberta Angeleri, docente di diritto presso il Boccardo di Novi, ha ben chiarito il fatto che la legge 71/2017 è uno strumento che sottolinea l’importanza della prevenzione di determinati fenomeni e che quindi demanda alla famiglia ed alla scuola la responsabilità di educare gli studenti in modo tale da evitare il più possibile un uso scorretto del web e delle nuove tecnologie.

La platea era nutrita: insegnanti di tutti gli ordini della scuola, genitori e alcuni studenti hanno animato il dibattito fino alle 19. E’ emerso quanto importante sia il ruolo della famiglia, che deve essere il primo “luogo” di confronto e di crescita, e quanto sia difficile talvolta stare al passo di ragazzi che sembrano essere, almeno nell’uso di computer e smartphone, molto più abili degli adulti.

Alla fine, non sono state proposte ricette risolutive perché, come comprensibile, ogni caso è diverso dall’altro e solo l’attenzione dei genitori, la sensibilità dei docenti e, perché no, il supporto degli amici possono fare la differenza, molto più di qualsiasi strumento repressivo.