CRONACA DELLA SETTIMANA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   04/04/2018 00:00:15 

 

 

Spenta la caldaia di Crescentino

Gli impianti Mossi e Ghisolfi di Crescentino per la produzione di bioetanolo hanno smesso di funzionare. Le conseguenze della richiesta di concordato presentata ad ottobre e della cassa integrazione ordinaria che durerà quasi tutto l’anno si sono fatte sentire e due settimane fa sono state spente caldaia e turbina. Gli accordi erano che se l’impianto non produceva per oltre sei mesi avrebbe dovuto essere spento: niente di nuovo, quindi, ma una azione dovuta e che non poteva più essere rinviata per legge. La notizia dello spegnimento è stata data nei giorni scorsi dal sindaco di Crescentino. Intanto per la Ibp e per le altre società del gruppo M&G stanno proseguendo le trattative per una cessione, probabilmente all’Eni, mentre si è sempre in attesa delle decisioni del tribunale per l’accettazione della domanda di concordato.

 

Proroga bonifica

Nel 2002 la Erg chiese di attivare le procedure di bonifica del sito, posto lungo la ex statale 10, già sede di un deposito di prodotti di benzina, antecedente al 1992. Nella documentazione allegata, infatti, emergeva che in alcuni punti dell’area vi fossero superamenti dei limiti di inquinamento, per cui nel 2004 venne approvato il progetto per la bonifica il cui termine è stato via via prorogato fino al 31 dicembre 2017. Ora il comune ha concesso un altro anno “per la conclusione del-l’intervento e la chiusura dell’iter amministrativo”.

 

Autorizzazione ambientale

Rilasciata autorizzazione unica ambientale alla ditta Pelizza Massimo & C. sas con sede operativa in statale per Genova 15/A e legale a Novi Ligure per scarico di acque reflue fino al 31 marzo 2033.

 

Termine lavori

Approvato il certificato di regolare esecuzione dei lavori di ripristino delle sezioni di deflusso dell’Ossona nel tratto tra corso Don Orione e strada Viola e liquidati 12.535 euro alla Torti e Torti per i lavori eseguiti.

 

Rateizzazione per la Sport Martignoni

Come da noi già annunciato alcune settimane fa la Sport Martignoni spa, che gestisce in strada Pavese a Rivalta lo stabilimento di esplosivi, ha richiesto ed ottenuto l’autorizzazione per ampliare lo stabilimento e, nel contempo, monetizzare le aree a standard per un totale di 378.960 euro.

In pratica il comune ha autorizzato la società a non cedere le aree verdi dovute per legge, trasformandole in un pagamento che ora è stato autorizzato a rate in 6 trance semestrali decorrenti dalla data del rilascio del permesso di costruire.

 

Divieti di circolazione per i camion

Il ministero dei trasporti ha approvato la normativa che disciplina la circolazione dei mezzi pesanti nel 2018. La circolazione fuori dai centri abitati è vietata ai veicoli ed ai complessi di veicoli per trasporto di cose di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate nei giorni festivi ed in altri particolari giorni dell’anno. Ai camion è vietata la circolazione tutte le domeniche da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre dalle ore 9 alle 22 e tutte le domeniche da giugno a settembre dalle 7 alle 22. Blocchi ridotti nei pre festivi più importanti (Pasqua, 30 giugno) e nei sabati di agosto, oltrecchè nelle feste infrasettimanali.

 

Dopo il litigio tamponato motorino

Inquietante episodio poco dopo le 19 di domenica 25 alla rotonda per la frazione Vho lungo la provinciale per Sarezzano. Secondo le prime ricostruzioni e le dichiarazioni del danneggiato la 57enne Donatella Bottiroli, abitante in strada per Sarezzano, alla guida di una Panda, non avrebbe concesso la precedenza al 17enne A.L.B., abitante alla frazione San Venanzio di Sarezzano. Ne è nata una discussione e pare che quando i due mezzi hanno ripreso la marcia la Panda abbia volontariamente tamponato il motorino gettando a terra il ragazzo che ha subìto lesioni guarite in 15 giorni. Sul luogo dell’incidente è intervenuta la Polstrada di Tortona che ha provveduto a sequestrare l’utilitaria ed a sentire i testimoni presenti. Per ora pare che la donna sia stata denunciata per omissione di soccorso e fuga dopo incidente.