LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   11/04/2018 00:00:12 

 

Cronaca 

 

Vinti 21. 850 € con un terno secco

Chi ha indovinato ruota e numeri ha vissuto una Pasqua davvero fortunata. Infatti, presso la ricevitoria-tabaccheria "Enzo e Simonetta" di via Garibaldi sono stati vinti 21.850 euro con un terno secco su ruota.

Nessuna traccia sull'identità del fortunato giocatore che, considerando anche la frequenza di clienti che arrivano da fuori paese, potrebbe anche non essere castelnovese.

 

A processo per una lite tra pescatori

I fatti risalgono al 6 febbraio 2011 e sono quasi ormai dimenticati da tutti. Quel giorno Massimo Vinotti, del paese, si era recato a pescare nel laghetto in frazione Ova. Nacque un diverbio con altri pescatori, tra cui un genovese, a causa di un amo che si era impigliato in una canna del Vinotti. Secondo l’accusa Massimo Vinotti si allontanò e ritornò accompagnato dal fratello Santino, 47 anni, abitante in via Berri, che avrebbe ferito l’altro pescatore con una accetta. Secondo le testimonianze rese nei giorni scorsi, invece, il ferimento sarebbe causato da una banale caduta nel corso della discussione. Il processo per porto abusivo di arma da taglio, minacce e danneggiamento aggravato riprenderà il 3 ottobre.

 

Impegni di spesa e liquidazioni

Impegnati a favore della Vortex di Torino 404 euro per l’acquisto di antenne per video sorveglianza e 5.621 euro per ripristino dello stesso sistema.

Liquidate alla ditta Franco Baldassarre del paese 8.504 euro per rifacimento e miglioramento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche del palazzo comunale.

Liquidati 3.172 euro alla ditta Fratelli Salvadeo del paese per taglio vegetazione in fregio al ponte sullo Scrivia.

 

Popolazione in lieve calo

 

Sono state concluse le statistiche del 2017 per quanto riguarda i dati generali relativi allo stato civile e grazie ai numeri che ci ha fornito l’ufficio anagrafe di palazzo Centurione possiamo analizzare gli ultimi dodici mesi con un primo dato da evidenziare e che purtroppo esprime un indice negativo. La popolazione, seppur lievemente, diminuisce passando da 5.247 residenti all’inizio del 2017 (2.563 i maschi e 2.684 le femmine) agli attuali 5.193, di cui 2.512 maschi e 2.681 femmine. In sostanza, il calo viene generato quasi totalmente dalla sezione maschile mentre la popolazione “rosa” è sostanzialmente stabile. Nel complesso si perdono 54 residenti che è poco più dell’1%. Se allarghiamo il fronte degli anni presi in considerazione, si scopre che il calo è decisamente più corposo: negli ultimi dieci anni infatti la popolazione è calata di oltre 300 unità, e non è poco. Altra nota dolente, il rapporto nati-morti: 32 le nascite del 2017 con 13 fiocchi azzurri e 19 fiocchi rosa, di cui 5 sono stranieri ed anche in questo caso il valore è in discesa di 4 nati rispetto ai dodici mesi precedenti, senza parlare degli anni 2013 e 2014 quando i nati furono addirittura, rispettivamente, 41 e 54. Il boom delle nascite è stato all’ospedale di Voghera (15), seguito a ruota da Novi (10), quindi Alessandria (4), Pavia, Milano e Vigevano. Se nel 2016 i morti furono 79, nel 2017 i decessi sono stati 71 così ripartiti: 37 uomini e 34 donne. La più anziana una signora nata nel 1912 ed il più giovane un uomo classe 1974. Veniamo ora al rapporto immigrati-emigrati: 160 i nuovi cittadini giunti in paese, di cui 54 stranieri, mentre 175 sono coloro che hanno lasciato Castelnuovo per i più svariati motivi, di cui 77 cittadini non italiani. In lieve calo anche la presenza straniera in paese: si è passati da 438 persone ad inizio 2017 alle 420 di fine anno, con la rappresentanza più numerosa legata alla nazionalità marocchina (145), seguita da quella indiana (91) e rumena (83). Attualmente i nuclei familiari sono 2.235 e per quanto riguarda i matrimoni, 20 sono stati quelli celebrati nel 2017 (11 con rito religioso e 9 con rito civile) mentre quelli registrati nel 2016 furono 19, di cui 9 civili e 10 religiosi.

Helenio Pasquali

 

 

Ambulanza Cri: raccolti 15 mila €

 

Come si ricorderà, lo scorso 28 dicembre l'ambulanza della Croce Rossa che svolge servizio presso il nostro territorio coprendo un bacino di utenza di circa 15 mi-la abitanti, andò fuori uso a causa di un corto circuito. Venne avviata un'autentica maratona di solidarietà, che ha visto come mascotte il piccolo castelnovese Simone Mercurio, individuando come scadenza la fine del mese di marzo. 

Ora la colletta è stata chiusa e la cifra raccolta è di quindici mila euro: un buon risultato ma non ancora sufficiente per far fronte all'acquisto del nuovo mezzo, perché un'ambulanza costa circa 65 mila euro. 

Al momento sono al vaglio soluzioni alternative ed i responsabili del Comitato locale della Croce Rossa di Tortona valuteranno tutte le opzioni confrontandosi anche con le amministrazioni dei comuni coinvolti. Intanto, al momento, è in uso un mezzo prestato, con un gesto di grande generosità e sensibilità, dai volontari della Croce Rossa di Rivarolo Canavese.

Nella foto: L’arrivo a gennaio dell’ambulanza prestata dalla Croce Rossa di Rivarolo Canavese

Helenio Pasquali

 

 

Cecilia Orsi giudice di gara regionale

 

Una passione coltivata sin da quando era piccola con l'amore per lo sport che con il passare degli anni sarebbe diventato parte integrante della sua vita. Oggi Cecilia Orsi che di anni ne ha 21, è consigliere comunale, ovviamente con de-lega allo sport. Gioca a basket e, dopo essere cresciuta nel Bcc, milita nella Virtus Casteggio. "L'esperienza amministrativa mi sta interessando molto - ci spiega - e nonostante la mia giovane età, sto imparando molto vivendo impegni e responsabilità che aiutano a crescere".

Proprio in questi giorni Cecilia ha ottenuto un importante riconoscimento, avendo brillantemente superato l'esame, tenuto a Torino, organizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana: è infatti diventata giudice di gara a livello regionale ed è ora pronta ad affrontare questa nuova esperienza già dalle prossime settimane.

"Sono felice di poter fare ciò che mi piace e tutto ciò è stato possibile, è doveroso riconoscerlo, grazie all'organizzazione che mi vede impegnata nel Trofeo Bassa Valle Scrivia e Val Curone e che mi ha così permesso di partecipare al corso di Torino".

Nella foto: Cecilia Orsi, consigliere comunale con delega allo sport e nuovo giudice di gara regionale per il ciclismo

Helenio Pasquali

 

 

Basket Club Castelnuovo ScriviaL’Eco cade a Bolzano

 

Itas Alperia Bolzano-EcoProgram    72-60

Secondo stop consecutivo per l’EcoProgram che cade anche sul campo di un’Itas Alperia Bolzano che ha meritato sicuramente il successo; troppo negativi i primi due quarti delle ragazze di Pozzi che dopo l’intervallo hanno provato a ribaltare la situazione dando anche l’impressione di riuscirvi ma pagando un grande tributo, nell’ultimo quarto, al dispendio di energie profuso nella rimonta. Prima frazione che vede la difesa castelnovese in grande difficoltà, ed il dominio a rimbalzo delle locali è un fattore importante nell’allungo di Bolzano, già a +8 al 10’ (22-14). Stesso copione nel secondo parziale: il divario tra le due compagini supera la doppia cifra e tocca addirittura le 15 lunghezze anche se poi, all’intervallo, viene leggermente ridotto (40-29). La ripresa invece è tutta delle castelnovesi che grazie ad una 1-3-1 molto efficace paralizzano l’attacco di casa e ricuciono lo svantaggio arrivando addirittura al sorpasso (47-44); solo un canestro da 3 allo scadere permette alle locali di impattare (47-47) al 30’. Da qui in poi è Bolzano che scava il solco decisivo e conquista una vittoria meritata. EcoProgram in campo sabato 7 ospitando (Tortona, ore 21,15) la capolista Costa Masnaga.

ECOPROGRAM: Corradini 7, Rosso 6, Katshitshi 5, Madonna 15, Vitari, Algeri, Borghi, Colli 9, Giangrasso, Ljubenovic 16, Giacomelli 2. All. Pozzi, v. all. D’Affuso.

Giovanili

Basket Venaria-Bc Castelnuovo    33-20

Non basta una buona prestazione difensiva alla squadra di Martinelli che, come da pronostico, esce sconfitta dalla trasferta di Venaria; a penalizzare le ragazze una serata decisamente negativa al tiro, con percentuali da dimenticare.

Eppure l’avvio era stato promettente con le giraffe a mettere in crisi le torinesi tanto da chiudere avanti la prima frazione, seppur di misura (12-11); a partire dal secondo quarto però la difesa delle padrone di casa sale in cattedra e già al 20’ arriva il sorpasso (17-15) con Venaria che prende un piccolo ma significativo margine di vantaggio (25-18 al 30’) e chiude vittoriosa. Nella prossima settimana doppio impegno con la sfida casalinga, decisiva per il terzo posto, contro Vercelli (giovedì 5, ore 19) e la trasferta sul campo della capolista Moncalieri (sabato 7, ore 15). Per l’Under 16 di Balduzzi invece, trasferta sul campo di Ceva (domenica 8, ore 19,15). 

• Al Trofeo delle Regioni da segnalare le eccellenti prestazioni della ‘giraffa’ Francesca Bernetti, autentica trascinatrice, nonché migliore marcatrice, della rappresentativa piemontese che ha conquistato un brillante terzo posto finale; ciliegina sulla torta la nomination di Francesca, meritatissima, nel quintetto ideale della manifestazione.

BC CASTELNUOVO: Salvadeo Fr. 6, Stella 1, Salvadeo Fe., Balduzzi, Caracciolo 2, Pagella, Falabrini 7, Serpellini 4, Quintiero, Bassi. All. Martinelli.

Promozione

I castelnovesi tornano in campo mercoledì (ore 21,15) con la difficile trasferta sul campo della Bivi Pallacanestro Nichelino.

Minibasket

Domenica gli Scoiattoli di Clara Tallone saranno impegnati nel concentramento provinciale di Acqui Terme mentre mercoledì 11 trasferta per gli Esordienti sul campo di Novi Ligure (ore 18,15).

In foto: Francesca Bernetti