CARABINIERI DENUNCIANO OTTO PERSONE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   11/04/2018 00:00:16 

 

 

Tre delle quali straniere 

 

Durante le festività pasquali i carabinieri della compagnia di Tortona hanno intensificato la loro attività di controllo nel centro cittadino e sulle strade del territorio denunciando all’autorità giudiziaria otto persone di cui tre cittadini stranieri. I militi della stazione di Villalvernia hanno ispezionato un camper con targa austriaca con a bordo due giovani, trovati in possesso di hashish e marijuana; la droga è stata sequestrata e i due segnalati alla prefettura per detenzione per uso personale. Gli stessi militi nel corso dei controlli stradali hanno denunciato un moldavo 40enne che si rifiutava di sottoporsi all’etilometro e sottoposto a fermo il mezzo che conduceva. La stazione di Castelnuovo Scrivia ha denunciato per inosservanza del foglio di via obbligatorio un indiano 34enne colpito da divieto di ritorno nel comune; quella di Pontecurone ha denunciato per evasione un palestinese di 21 anni, agli arresti domiciliari, assente durante il controllo e la stazione di Volpedo ha denunciato per furto un 16enne lombardo che, in un esercizio commerciale, rubava il portafoglio ad una donna allontanandosi di corsa ma veniva poi riconosciuto dalla volpedese. La stazione salese ha denunciato per ricettazione un 70enne sorpreso alla guida di un’auto con cinque taniche di gasolio ed un tubo di gomma di cui non sapeva dare spiegazioni. Infine la stazione di Tortona denunciava per furto su auto un 31enne già noto per fatti simili: in questo caso ha forzato la portiera dell’auto e rubato un cellulare al suo interno.

La radiomobile tortonese ha invece denunciato per guida in stato d’ebbrezza e ritirato la patente ad un 31enne che a Pontecurone provocava un incidente alla guida della propria auto, per fortuna senza coinvolgere altre persone; sempre la radiomobile ha infine denunciato per furto un 54enne rumeno residente a Valenza che dopo aver rubato all’Iper dieci confezioni di caffè tentava di superare le barriere antitaccheggio.