AVO ASSOCIAZIONE VOLONTARI OSPEDALIERI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   30/01/2019 00:00:13 

 

 

Presidente, consiglio direttivo e volontari Avo di Tortona e Novi Ligure, augurano alla cittadinanza un nuovo anno sereno e portatore di buone notizie e, perché no, buoni propositi. In una società come quella attuale, orientata all’efficienza e al profitto, la scelta del volontariato appare significativa e allo stesso tempo impegnativa. Scelta che, proprio perché controcorrente, ci pone al centro dell’attenzione poiché, con il nostro agire, rivolgiamo l’attenzione verso realtà di sofferenza, di dolore ed emarginazione. Il volontariato è quindi una grossa responsabilità, la scelta del volontariato ospedaliero e nelle case di riposo pone la persona sola e i suoi problemi al centro dell’interesse della realtà sociale, riafferma il valore della vita, anche quando questa è anziana, malata, handicappata. Il volontario Avo che si dispone al servizio sa che non andrà a cambiare qualcosa, ma semplicemente a condividere una parte del cammino di un fratello sofferente; sa che non andrà a criticare, ma a partecipare; sa che non andrà a portare un servizio pratico in concorrenza con quello del personale, ma che andrà a completare sul piano umano ciò che la struttura garantisce sul piano tecnico. Come ogni anno si terrà il corso di formazione per nuovi volontari nel mese di ottobre, ma quanti volessero anticipare l’entrata nell’associazione possono, dopo un colloquio di ammissione, e in attesa di frequentare il corso, accedere come tirocinanti (affiancati da un tutor anziano di servizio) alle strutture con cui abbiamo la convenzione, ovvero Ospedale di Tortona e Ospedale di Novi Ligure, nonché le Case di Riposo Leandro Lisino e Cora Kennedy Sada di Tortona. Per informazioni: www.avotortona.it; 324 7808097.