CONSUNTIVO CISA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   02/05/2018 00:00:14 

 

 

Il rendiconto 2017 del Cisa, approvato venerdì 20 aprile scorso, evidenzia un fondo cassa sceso da 932.776 euro a 386.055 euro, con 5,7 milioni di riscossioni e 6,2 milioni di pagamenti. I residui attivi sono pari a 4 milioni 428.980 euro quelli passivi a 3 milioni 539.251, oltre a 108 mila euro vincolati ad un fondo pluriennale per spese correnti, per cui il risultato finale è di 1 milione 167.170 euro. Di questi 272 mila sono stati accantonati al fondo crediti di dubbia esigibilità, 60 mila ad altri accantonamenti e 785 mila sono stati vincolati così come vuole la legge e già applicati, per cui la parte disponibile è di 50.170 euro. Il bilancio 2017 è stato assestato su 8,5 milioni, contro gli 8,1 iscritti nel bilancio di previsione. La dottoressa Zambosco nell’illustrare il bilancio consuntivo ha ricordato che i trasferimenti correnti sono stati di 5,8 milioni, quelli extratributari di 1 milione 81 mila euro e le partite di giro 413 mila, per cui i trasferimenti correnti incidono per l’84% sul totale delle entrate mentre la velocità di riscossione del Cisa è solo del 41%. Per quanto riguarda i trasferimenti il 52% (3 milioni) sono contributi regionali che hanno una velocità di riscossione rispetto a quanto viene accertato pari al 26% (cioè bassissima), il 27% contributi dai comuni (25,5 euro ad abitante incassati con una velocità del 61%), il 18% rimborso quote sanitarie (poco più di un milione) ma con una velocità d’incasso pari al 57% e 177 mila euro (3%) sono trasferimenti statali, incassati con una velocità del 54% sull’accertato.  Le entrate extratributarie sono per l’86% dovute alle rette delle due strutture di Pontecurone e Castelnuovo (rispettivamente 441 mila e 446 mila). Le spese correnti sono state poco più di 7,1 milioni, il 72% delle quali per acquisto di beni e servizi ed il 13% per redditi da lavoro dipendente. Infine da ricordare che la spesa maggiore per le politiche sociali è devoluta agli interventi per anziani, 3,5 milioni pari al 52%, seguita da quelle per minori e famiglie 1,7 milioni (26%) e per disabili 1,2 (19%).

I comuni presenti alla riunione Cisa: Tortona, Alzano Scrivia, Berzano di Tortona, Carbonara Scrivia, Carezzano, Casalnoceto, Castellar Guidobono, Castelnuovo Scrivia, Cerreto Grue, Guazzora, Molino dei Torti, Momperone, Monleale, Montacuto, Montegioco, Pontecurone, Sale, Sant’Agata Fossili, Sarezzano, Spineto Scrivia, Viguzzolo, Villalvernia, Villaromagnano.