IL CONSIGLIO A MAGGIORANZA MONOCOLORE APPROVA TUTTO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   09/05/2018 00:00:12 

 

 

Il consiglio comunale di venerdì sera si è svolto senza nessun problema di sorta, e senza colpi di scena. Assenti Davide Colonna e Orlando De Luca, la maggioranza, ormai formata solamente da consiglieri del partito democratico, un bel monocolore che sta ad indicare come la giunta abbia lavorato per “includere”, non ha avuto problemi a far approvare le delibere più importanti, quella del consuntivo e quella, collegata, della valutazione beni. La votazione finale ha visto Ferrari Cuniolo, Bonetti, Dellachà a Morreale contrari, Bottazzi, che ormai è più vicino alla maggioranza che alla minoranza, e Carabetta (al contrario più vicino alla minoranza che alla maggioranza) astenuti.

Unica defezione (astensione di Ciniglio) per l’ultima delibera, quella riguardante l’inasprimento delle misure contro l’accattonaggio, che prevedeva la modifica del regolamento di polizia municipale, il cui testo è già stato da noi pubblicato. Tutti favorevoli all’inasprimento delle misure, per la verità più teorico che pratico.

Ad inizio seduta la comunicazione da parte del presidente del consiglio Castagnello su quanto la Rai ha risposto in merito ai disservizi lamentati sulla ricezione dei canali: in pratica vengono riconosciuti i disservizi ma non indicato come si potranno risolvere.

Si è poi discusso sull’interpellanza di Forza Italia sul problema dell’accorpamento tra Cisa e Csp novese, che noi abbiamo attentamente seguito nelle scorse settimane: Bardone ha illustrato lo stato dell’arte riconoscendo all’assessore regionale Ferrari il merito di “voler condividere e coinvolgere i rappresentanti del territorio, a differenza del metodo dell’assessore regionale alla sanità, che prima adotta i provvedimenti e poi avvia un confronto sugli atti già deliberati”.

Unanimità con un breve emendamento alla mozione dei consiglieri 5 Stelle per il monitoraggio degli edifici scolastici, mentre solo i dem hanno votato la mozione del collega di partito Federico Mattirolo sul bilancio partecipativo.

Discussione, infine, per l’ordine del giorno dei consiglieri di Forza Italia sull’accorpamento di Asl ed Aso che ha poi avuto il voto unanime (tranne Dellachà che si è astenuto), quasi totalmente modificato da una mozione presentata dalla maggioranza; anche in questo caso il testo completo è leggibile all’interno.