RICONOSCERE AL CITTADINO IL DANNO SUBĖTO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   06/02/2019 00:00:13 

 

 

Albero cade sopra auto

Ma il comune non vuole pagare

 

Un cittadino tortonese ci ha inviato una lettera di protesta. Il 28 ottobre scorso la sua auto, regolarmente parcheggiata in strada Paghisano, venne danneggiata dalla caduta di un albero a causa del forte vento che in quei giorni causò molti danni. Il cittadino in questione si attendeva che l’assicurazione del comune pagasse i danni, non eccessivi ma sempre consistenti. Proprio nei giorni scorsi, a suo dire, il comune gli ha notificato che non sarebbe stato risarcito perché il comune “non paga in caso di calamità naturali o eventi eccezionali”. Ci siamo informati, ed in effetti normalmente non vi è assicurazione che garantisca il risarcimento in questi casi, se non con premi decisamente alti. E “per non creare precedenti” la giusta richiesta del nostro concittadino è stata respinta. Ora ci chiediamo: sarà anche vero che gli eventi eccezionali e le calamità naturali non vengono pagate dall’assicurazione, ma il comune è o non è responsabile degli alberi che ha messo a dimora e per i quali deve fare manutenzione? E’ o non è responsabile se un albero cade e fa danni ad una vettura regolarmente parcheggiata? Non si tratta di creare precedenti, ma riconoscere ad un cittadino il danno subìto: per altro non una cifra impossibile per un comune come quello tortonese!