SI DEVE FARE DI PIÙ PER GIOVANI E SICUREZZA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   06/02/2019 00:00:16 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

L’operazione antidroga dei CC lo dimostra

 

Ho letto con preoccupazione la notizia dell’importante operazione antidroga effettuata dai Carabinieri nella nostra città, avvenuta in zone frequentate dai giovani. Particolarmente allarmante l’episodio relativo al sequestro di dosi della cosiddetta “droga dei filippini”, una metanfetamina i cui effetti risultano essere nefasti, provocando dipendenza e producendo gravi danni sul sistema nervoso. Risulta inoltre singolare che tale sostanza sia stata scoperta per la prima volta in provincia, proprio qui a Tortona. Questi fatti evidenziano le problematiche legate alla tossicodipendenza ed allo spaccio di stupefacenti che, purtroppo, trovano ampio mercato fra i ragazzi, anche nella nostra città. Il lavoro dei Carabinieri così come quello delle altre forze dell’ordine nel contrastare il fenomeno mi pare lodevole, come infatti dimostrano i risultati di quest’ultima operazione; tuttavia la notizia non può che farci riflettere sul tema della sicurezza della città. Da tortonese, e da ragazzo quale sono, frequentante luoghi comuni con i miei coetanei, mi aspetto che l’amministrazione politica cittadina riservi un’attenzione particolare a tali questioni. Credo che il comune possa e debba fare di più per garantire la sicurezza dei cittadini, contribuendo a scoraggiare, limitare ed infine ad arrestare del tutto, il diffondersi di simili sostanze. E’ un problema che riguarda tutti, ma come è noto, trova nei giovani il bersaglio privilegiato e più facilmente raggiungibile. Credo che si possa e si debba migliorare l’illuminazione pubblica, spesso carente in tante vie e piazze della città, dove, soprattutto la sera, si ha timore di transitare a piedi: al parcheggio “Dellepiane” per esempio, utilizzato da tanti pendolari che si servono del treno per recarsi al lavoro o all’università, luogo che sempre recenti notizie di cronaca confermano essere molto poco sicuro. Si potrebbe soprattutto investire più risorse nell’organo di Polizia municipale nonostante già svolga accuratamente il proprio incarico con i mezzi a disposizione. Sarebbe forse possibile agevolare le forze dell’ordine, magari migliorando i servizi di vigilanza elettronica, disposti nelle varie zone della città. Ciò contribuirebbe senza dubbio alcuno ad impedire di ritrovare ancora a Tortona notizie legate allo spaccio di droga, fatto che, come ricordato, penalizzerebbe maggiormente noi giovani.

Nicolò Mancin

Coordinatore Giovani

Forza Italia Tortona