MATTEO GUALCO: “AL LAVORO PER IL RILANCIO DEL TURISMO IN PROVINCIA” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   06/03/2019 00:00:08 

 

Recentemente sono state distribuite le deleghe da parte del presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Baldi: fra i consiglieri delegati è stato riconfermato Matteo Gualco, sindaco di Paderna e capogruppo di Forza Italia, a cui sono stati assegnati gli incarichi relativi a turismo ed edilizia scolastica. 

“Si tratta di due deleghe molto importanti per lo sviluppo del nostro territorio - ha detto il consigliere Gualco - Il turismo rappresenta una risorsa ancora tutta da sfruttare, con notevoli potenzialità, dal momento che la nostra provincia ha una forte vocazione in questo senso sia per le qualità del paesaggio che per la ricca tradizione enogastronomica, oltre agli aspetti storico-culturali e religiosi. Non bisogna poi tralasciare lo sport ed i suoi protagonisti, uno su tutti il Campionissimo Fausto Coppi di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita. Il nostro compito quindi sarà quello di coordinare i soggetti coinvolti nello sviluppo del settore in modo da favorirne la crescita, attirando interesse e risorse sul nostro territorio. La provincia di Alessandria d’altronde per la sua posizione geografica nell’arco di 200 km è raggiungibile da un potenziale bacino d’utenti che supera i 10 milioni di persone e le vere sfide dei prossimi anni saranno quelle di riuscire a incrementare quantitativamente il numero dei turisti, ma soprattutto fare in modo che siano indotti a fermarsi per più giorni sul territorio ed eventualmente ritornare. L’obiettivo è trasformare la modalità ‘mordi e fuggi’ che oggi è dominante, in un turismo più stabile, incrementando i pernottamenti e tutto l’indotto conseguente”. 

 

Per arrivare a questo obiettivo sono già allo studio nuove strategie? “Stiamo valutando la possibilità insieme agli operatori del settore di creare pacchetti turistici che comprendano una serie di eventi e servizi che invoglino il potenziale turista a soggiornare per più tempo, con la possibilità di visitare un maggior numero di località”.

 

Un’altra possibilità è legata alla presenza dell’Outlet di Serravalle Scrivia che attira circa 5 milioni di persone all’anno. “Si potrebbe valutare l’ipotesi di aprire uno sportello turistico al suo interno per promuovere prodotti e tipicità del territorio. Lo stesso genere di promozione, considerata la vicinanza con i porti di Genova e Savona, dove ogni anno sbarcano milioni di turisti, potrebbe essere possibile in collaborazione con le compagnie di crociera, intercettando un nuovo potenziale pubblico”. 

 

Altro settore di primaria importanza è quello dell’edilizia scolastica. “La priorità rimane sempre il monitoraggio e la messa in sicurezza dei diversi immobili proprietà della Provincia. Non possiamo nascondere che ci sono a questo proposito difficoltà dovute alle note problematiche relative al disavanzo di bilancio. Purtroppo a seguito della legge Delrio ci troviamo ad affrontare, a causa dei pesanti tagli di trasferimenti, un deficit che ormai è strutturale. In assenza di interventi governativi sarà difficile trovare una soluzione. L’amministrazione provinciale negli ultimi anni ha ridotto tutte le uscite e non è più possibile applicare ulteriori revisioni di spesa. Ci sono comunque diversi progetti per l’ammodernamento degli edifici scolastici finanziati da appositi fondi, ma per poterli realizzare è necessario approvare al più presto il bilancio di previsione. Ricordo a questo proposito il progetto che riguarda il liceo “Peano” di Tortona dove, in seguito al bando per il valore di 1 milione e mezzo di euro per l’efficientamento energetico, è prevista la sostituzione di tutti i serramenti, oltre alla verifica della vulnerabilità sismica con eventuale adeguamento”.

 

Consigliere nella precedente amministrazione provinciale Matteo Gualco era titolare anche della delega alla viabilità. “In questo periodo credo che le strade provinciali siano migliorate, grazie ai lavori per la stesura dei tappeti bituminosi effettuati in tutte le zone della provincia, a seconda delle necessità con notevoli miglioramenti alla viabilità. La situazione non è ancora ottimale ma considerando le risorse in termini quantitativi, sia umane che finanziarie, ritengo sia stato fatto il massimo possibile. A questo proposito ci tengo a ringraziare tutto il personale per il lavoro svolto nonostante le condizioni non fossero le migliori”.