ANESTESISTA DELL’OSPEDALE DENUNCIATO DAI CARABINIERI PERCHÈ RUBAVA I FARMACI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   06/03/2019 00:00:13 

 

La direzione generale dell’Asl lo sospende cautelativamente per 6 mesi

 

Una notizia clamorosa, che in ospedale circolava in certi ambienti da qualche settimana, e che è ora ufficiale: un anestesista, giunto poco più di un anno fa nel nostro ospedale, è stato sospeso cautelativamente per sei mesi. La motivazione è shoccante: è stato denunciato dai carabinieri per il furto di medicinali classificati come stupefacenti, pare per uso personale. Le indagini sono state condotte dai carabinieri della stazione tortonese e sono durate parecchi mesi. Ad accorgersi per primi di questi ammanchi sembra siano stati alcuni infermieri del pronto soccorso. Da qui la denuncia ai carabinieri che hanno avuto difficoltà ad individuare il presunto responsabile, appunto il giovane anestesista proveniente dalla provincia di Varese, che probabilmente accortosi che vi erano indagini in corso sull’ammanco degli stupefacenti ha mutato il metodo per trafugarli. Nel corso delle indagini è emerso, tra l’altro, che il medico proveniva da un ospedale ove erano stati registrati altri ammanchi di stupefacenti, senza che gli inquirenti siano stati in grado di individuarne il presunto colpevole. La notizia, quando si è sparsa per l’ospedale, ha suscitato vari commenti anche perché il medico, sul lavoro, a detta dei colleghi era sempre puntuale, preciso e competente.

© riproduzione riservata