PIER GUIDI IN PISTA ALLA 12H DEL SEBRING 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/03/2019 00:00:01 

 

Automobilismo - WEC

 

Dopo una lunga pausa torna il WEC (World Endurance Championship) con la sua Superseason, giunta alla spettacolare 12H del Sebring (17 curve per 6,19 chilometri) in Florida, dove i piloti correranno venerdì 15 la 1.000 miglia. Una gara dura e difficile in cui però Alex Pier Guidi, a bordo della Ferrari 488 GTE del team AF Corse, ha buone possibilità di chiudere nelle prime posizioni e cercherà di dare il massimo insieme ai soci di abitacolo Calado e Serra per cercare di recuperare il gap in classifica. Il pilota di Sarezzano, campione del mondo in carica, è infatti 4º in classifica generale piloti con 65,5 punti (111 punti per il primo Kevin Estre su Porsche) ma ha tutte le carte in regola per risalire la china mancando ancora 3 gare al termine e tenendo conto che i punti a Le Mans e Sebring varranno di più (1,5). Come ti senti a tornare a guidare nel WEC? “Finalmente! Sono contento - dice Pier Guidi - la sosta è stata troppo lunga ed anche se il calendario di questa stagione copre un anno intero ci sono degli stop esagerati fra una gara e l’altra”. Che pista è il Sebring? Ti piace? “Sebring è una pista particolare, piena di bump essendo in gran parte in cemento ed è veloce. Non è Spa certo ma è una bella pista su cui guidare”. Bop (Balance Of Performance) sempre pessimo per voi? “Sì è sempre lo stesso delle gare precedenti ed è molto penalizzante per noi”. Chi è favorita? “La Porsche”. Hai già guidato al Sebring una 12 ore? “La scorsa stagione, la gara era fuori dal calendario del WEC ma faceva parte del calendario IMSA, e non è andata bene, ho chiuso 5º”.   

Le prime qualifiche in programma giovedì alle 21.30. La gara venerdì alle 16 Usa.

D.M.