RICERCA “DATA MINING A SCUOLA” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/06/2018 00:00:12 

 

 

Presentata in sala consiliare a Viguzzolo

 

Presentata lunedì 4 giugno in sala consiliare la ricerca “Data Mining a scuola” condotta da Silvia Figini ricercatrice presso l’università di Pavia fra gli studenti di terza media dell’istituto comprensivo di Viguzzolo in collaborazione con il dirigente scolastico Marzio Rivera e i docenti. Gli studenti hanno compilato durante l’anno un questionario anonimo con domande sulla scuola e sul contesto territoriale in cui abitano. Alle domande hanno risposto 66 ragazzi, 30 maschi e 36 femmine di cui 39 di Viguzzolo, 13 di San Sebastiano Curone e 14 di Volpedo. La maggioranza degli intervistati si reca a scuola in macchina, solo 19 su 66 utilizzano lo scuolabus. Per le attività extrascolastiche una percentuale molto alta (52 su 66) sente la necessità di un luogo chiuso e riscaldato in cui trascorrere parte del tempo libero; più basso, 40 su 66, è l’interesse per attività ludico sportive. In generale è giudicata soddisfacente la situazione di sicurezza e illuminazione pubblica. Qualche clamore hanno suscitato in sala le richieste di attività commerciali nei luoghi di residenza alcuni veramente piccoli o la richiesta di aperture di sushi bar a Montemarzino, piscine a Volpedo e Viguzzolo, ristorante cinese o pescheria a San Sebastiano. La mancanza di collegamenti fra comuni è sentita dal 40% dei ragazzi, mentre solo il 20% ha timori o paure; l’idea di uno sportello d’ascolto piace alla metà dei ragazzi. Ma veniamo alle richieste nello specifico e alle risposte degli amministratori locali presenti alla riunione. San Sebastiano Curone: palestra, più corriere per spostarsi nei paesi vicini, centro di aggregazione, collegamento wi-fi, ore extrascolastiche per scambio di competenze fra studenti più grandi e più giovani (peer education). Ha risposto il dirigente scolastico dicendo che il comprensivo sta partecipando ai bandi di Pon e Stem per richiesta di risorse per un centro di aggregazione. Gli alunni di Volpedo: palestra, pulmini, miglior illuminazione in paese e quelli di Monleale videocamere di sorveglianza, migliori collegamenti con Voghera per chi frequenta le scuole superiori, maggior attenzione alle strade; i ragazzi che raggiungono la scuola Pellizza a Casalnoceto richiedono più corse di mezzi pubblici e uno spazio per loro, gli studenti di Montemarzino hanno segnalato le poche attività possibili in paese e la quasi assenza di trasporto pubblico. Il dirigente ha ricordato che con il raddoppio della scuola di Volpedo sarà presto costruita la nuova palestra. Ha poi preso la parola il sindaco di Monleale Massa che ha detto di aver inserito nel programma la posa delle telecamere nonostante gli alti costi consigliando ai giovani di radunarsi in luoghi non isolati. Riguardo ai trasporti pubblici è intervenuto il sindaco di Dernice Buscaglia dicendo che la Regione, subentrata alla Provincia nella gestione del trasporto pubblico, ha fatto un ulteriore taglio di 4 milioni di euro a fronte dei 13 spesi nella nostra zona fino al 2014. Il disservizio è ancor maggiore per chi frequenta le superiori a Tortona e Voghera, anche Trenitalia contattata per rivedere gli orari dei treni tra Pontecurone e Voghera ha dato risposta negativa. Il sindaco di Casalnoceto Ernesto Vegezzi ha confermato la drammatica situazione dei finanziamenti per il trasporto pubblico ma ha detto che in paese si sta allestendo uno spazio con computer e tablet destinato ai giovani per svolgere laboratori. Gli alunni di Viguzzolo hanno richiesto laboratorio musicale a scuola, computer funzionanti e possibilità di utilizzarli, ampliare il laboratorio d’arte esistente e realizzare quello di scienze, giardino per adolescenti dal momento che quello esistente è utilizzato solo dai bambini; da Sarezzano luoghi di incontro, lampioni funzionanti, pulizia strade e pista ciclabile; da Berzano tapparelle funzionanti e possibilità di chiudere a chiave i bagni. Il dirigente ha confermato che il prossimo anno ci sarà il passaggio di tutti i computer al sistema operativo open source. Il sindaco di Garbagna Semino, spostando il focus del discorso, ha voluto sensibilizzare i genitori all’utilizzo dei servizi di base che per essere messi a disposizione hanno bisogno di un certo numero di u-tenti e la Figini ha aggiunto che occorre averne rispetto. Il sindaco di Viguzzolo Chiesa ha risposto a tutte le richieste: per il parco giochi ha detto che è aperto per la stagione e-stiva il centro sportivo comunale dalle 14,30 a mezzanotte, che per la piscina occorrono troppi soldi e che sul territorio comunale sono in funzione 17 videocamere di cui due al centro sportivo; per la pista ciclabile si è in attesa di contributo dalla Regione.

Ha concluso il senatore Massimo Berutti dicendo che sarà suo compito segnalare a Roma i problemi dei piccoli centri molto diversi dalle realtà metropolitane.