ADRIANO GIACOBONE FRA I 4 LATITANTI PIÙ RICERCATI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/03/2019 00:00:10 

 

Nella lista della Criminalpol al quarto posto tra i latitanti più pericolosi vi è il tortonese Adriano Giacobone, 62 anni, con famiglia originaria dell’alta val Curone, coinvolto con altri coetanei appena adolescente nella vicenda del furto dei meloni, fatto avvenuto a Viguzzolo negli anni ’70. Adriano Giacobone è latitante dalla metà degli anni ’80 ed è ricercato per reati ambientali, commercio di specie animali protette, bracconaggio e smaltimento di rifiuti tossici. Su di lui pesano anche le accuse di detenzione di armi da fuoco, bancarotta fraudolenta, furto, violenza e rapimento. Le sue ultime tracce, qualche decennio fa, lo davano in Spagna, da dove pare sia emigrato in Sud America. Al primo posto della lista Matteo Messina Denaro, 57 anni, considerato il capo di Cosa Nostra, latitante dal ’93, seguono il palermitano Giovanni Motisi, 60 anni, ricercato dal ’98 e considerato uno dei partecipanti all’incontro per pianificare l’uccisione del generale Dalla Chiesa, ed Attilio Cubeddu, 72 anni, latitante da 22, l’ultimo bandito dell’Anonima Sequestri che fuggì dopo un permesso premio nel ’97 e partecipò al sequestro Soffiantini. 

In foto: Adriano Giacobone nella foto segnaletica dell’Interpol risalente al 2004