IN AUMENTO LA TOSSICODIPENDENZA: TORTONA TERZA IN PROVINCIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/03/2019 00:00:13 

 

I dati del dipartimento Asl Il pericolo shaboo e il ritorno delle droghe pesanti in città

 

Il ritrovamento da parte dei carabinieri della compagnia di Tortona di due dosi di shaboo, la terribile droga sintetica detta anche “droga dei filippini”, deve far ritornare alta l’attenzione della comunità sulle tossicodipendenze giovanili. I dati, del resto, non sono rassicuranti: nel 2016 i pazienti di età compresa tra i 16 ed i 23 anni curati presso il dipartimento delle dipendenze dell’Asl erano 65, aumentati a 112 l’anno successivo ed a 177 nel 2018. Un incremento pericoloso, perché in molti casi, purtroppo, si tratta di dipendenze da droghe pesanti, come l’eroina che è tornata prepotentemente sul mercato, soprattutto quella “gialla” che costa poco e può anche essere fumata, il che aumenta ancor di più la dipendenza. Lo shaboo, che è una droga in cristalli che si fuma, ha un costo relativamente basso, tra i 25 ed i 35 euro a dose, è un potente stimolante che cancella fatica e fame ma provoca velocemente assuefazione e gravissimi danni al sistema nervoso centrale. Si tratta di una metanfetamina già conosciuta due secoli fa, utilizzata in Estremo Oriente, soprattutto dai filippini (da qui il nome) e dai thailandesi. Dal dipartimento, comunque, mettono in guardia anche per altri tipi di dipendenza: alcool, soprattutto, con un aumento esponenziale di intossicati. In tutta la provincia vengono seguiti dal dipartimento di patologie delle dipendenze, diretto dal dottor Luigi Bartoletti, ben 2.418 persone, di cui 1.413 per droga, 748 per alcool dipendenza, 151 per la ludopatia, 37 per tabagismo e 69 per altre dipendenze. I dati relativi al nostro distretto, purtroppo, sono i più alti dopo quelli di Alessandria e Casale, di molto superiori (+114) a quelli di Novi Ligure con in testa i tossicodipendenti, come si può vedere dalla tabella.

© riproduzione riservata