ELEZIONI NEI PAESI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   20/06/2018 00:00:09 

 

 

I risultati delle elezioni di domenica

 

Fantato confermata a Molino dei Torti

 

Inequivocabile vittoria per il sindaco uscente Anna Fantato votata da 211 suoi compaesani, pari al 57,8% dei votanti, 373 (64,64% degli aventi diritto), 70 voti in più di Paolo Semino, il candidato della seconda lista, che ha avuto 141 consensi (38,63%). Praticamente nullo il consenso alla terza lista, quella di Casapound con 13 voti, pari al 3,56%: presenza quindi che non ha spostato nulla negli equilibri del paese. Le schede bianche sono state 6, quelle nulle 2. Il sindaco rieletto ci ha rilasciato questa dichiarazione: “Sono molto emozionata, la fiducia accordata è un segnale davvero importante. Ripensando a tutto il lavoro svolto con passione e dedizione nei cinque anni trascorsi, non posso che essere più che soddisfatta. Il risultato parla chiaro: i molinesi hanno dimostrato la loro riconoscenza riconfermando la mia candidatura e adesso si riparte più forti che mai! Un grazie di cuore a tutti”. Di seguito i voti alle tre liste e quelli di preferenza dei vari candidati (in nero gli eletti).

Anna Fantato, eletta sindaco con 211 voti; Fabio Angeleri 26, Luciano Balduzzi 26, Giuseppe Belvedere 14, Marco Crepaldi 11, Fabio Gaspare Curone 7, Alberto Luigi Drisaldi 4, Maria Elena Novello 9, Uberto Soldini 22, Guglielmo Taverna 25. 

Paolo Antonio Semino, 141; Stefania Angeleri 9, Cristiano Dellacasa 13, Davide Giovanetti 17, Giovanni Gorrani detto Gianni 2, Paola Pernechele in Marenghi 5, Laura Ricci 2, Lando Senesi 10, Giovanni Ludwig Torti 24, Laura Torti 7, Pier Mauro Torti 13. 

Paolo Sbiglio 13; Andrea Vignes, Sabrina Deambrogi, Massimo Novelli, Luciano Colombo, Roberta Lavagno, Simone Fontana, Enrico Travaini.

 

Bocciata la fusione Gavazzana Cassano

 

E’ questo in sintesi il commento politico ai risultati delle elezioni del 10 giugno in paese. Il sindaco uscente di Cassano Marco Traverso è stato infatti il meno votato con 254 voti, il 26,26% dei votanti, superato sia da Anna Maria Bergo con 273 voti (28,23%) sia da Alessandro Busseti, neo sindaco, che ha conquistato 440 preferenze, pari al 45,50% dei voti validi. Particolare non secondario: capolista della lista vincente è Claudio Acerbi, ex sindaco di Gavazzana che si è sempre opposto alla fusione, per altro ancora incerta poiché pende ancora un ricorso al Tar contro la decisione della Regione. I votanti sono stati 1.002 (63%) le schede bianche 10, quelle nulle 25. Ecco la dichiarazione a caldo del neo sindaco Busseti: “Sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla grande manifestazione di stima e di fiducia che i cittadini ci hanno riservato. Sono molto orgoglioso del gruppo di persone che abbiamo scelto per guidare e gestire il nuovo paese e sono sicuro che non deluderà le promesse fatte. Saremo attenti ai contributi e alla collaborazione che i rappresentanti delle altre liste vorranno portare in consiglio comunale”.

Di seguito i voti alle tre liste e quelli di preferenza dei vari candidati (in nero gli eletti).

Alessandro Busseti, sindaco, con 440; Claudio Acerbi 13, Domenico Guido Alloisio 62, Renato Bellingeri 19, Luigi Bottaro 27, Andrea Campantico 3, Elena Cassano 8, Paolo Ceria 46, Enrico Colonna 28, Giulia Lagorio 27, Beatrice Diletta Merlano 36.

Anna Maria Bergo 273; Giuseppe Francesco Bona 11, Lorenzo Conti 8, Carmelina D’Aloia, Denis Gottardo 26, Manuela Massone 36, Enrica Ravera 12, Sagida Sayed 10, Nicola Storace 17, Marco Tacchino 18, Consuelo Pullì 13.

Marco Stefano Traverso 254; Antonino Camere 15, Giancarlo Coppi 4, Bruno Mario Fioretti 26, Gian Carlo Firpo 5, Mattia Frisone 6, Marco Manna 4, Alessia Massone 9, Maria Carla Montecucco 17, Paolo Omenetto 21, Sandro Tortarolo 9.

 

Confermato Betti ad Alluvioni Piovera

 

Piuttosto combattuta la gara elettorale nel nuovo comune di Alluvioni Piovera ove il sindaco uscente di Alluvioni, Giuseppe Betti ha vinto con 445 voti, pari al 49,94%. Al secondo posto Francesco Bologna con 391 voti (43,88%) mentre senza alcun consigliere è la terza lista, con Claudio Ferro candidato sindaco che ha ottenuto 55 preferenze (6,17%). Le schede bianche sono state 14, quelle nulle 24. Alle urne si sono recati in 929 su 1.800 aventi diritto, pari al 51,61% chiaro segnale che la fusione ha incontrato per lo meno molte perplessità, almeno a Piovera ove il sindaco uscente di quell’ex comune, Enrico Boccaleri, è entrato in consiglio ma con solo 12 voti di preferenza. Il sindaco Betti, al suo secondo mandato, ci ha dichiarato: “"il risultato elettorale è la prova che la strada da percorrere dopo la fusione per rendere il nostro comune veramente un unico comune è ancora lunga; la vittoria parziale delle mia lista nel  comune originario di Alluvioni Cambiò e della lista di Bologna a Piovera dimostra che i campanili sono ancora forti. Abbiamo tempo cinque anni, grazie anche ai cospicui contributi statali, per costruire realmente un comune che sia un modello per l'intera provincia e non solo”.

Di seguito i voti alle tre liste e quelli di preferenza dei vari candidati (in nero gli eletti).

Giuseppe Francesco Betti eletto sindaco con 445 voti; Marta Clara Gilardenghi 13, Lorenzo Biolatto 41, Enrico Boccaleri 12, Germano Conta 9, Riccardo Gaggio 53, Giorgio Pompei 34, Filippo Scarone 7, Mario Scarrone 5, Maria Grazia Zambruno 51, Giovanni Zanardini 3.

Francesco Bologna 391; Romano Biscussi 4, Roberto Montagna 5, Libero Miglioli 9, Giorgio Bianchi 25, Nicola Negri 12, Giuseppe Motta 91, Gian Piero Borsi 31, Valerio Scarrone 15, Lucia Galuppo 1, Michela Testa 4.

Claudio Ferro 55; Luigi Succi 6, Francesco Mesiano 8, Angela Torti 2, Maria Rosa Cenzolo, Salvatore Fadda, Bruno Forsinetti, Mariarosa Francescon, Lorenzo Poloni, Lauretta Toninello.