RICHIESTE PENALI ALLA MAZAL SRL 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   20/06/2018 00:00:13 

 

 

Non è ancora conclusa la vicenda della concessione del servizio relativo alla riscossione dell’Ici, Tia, e delle pubbliche affissioni che era stata affidata nel 2013 all’Aipa spa di Milano ed in seguito alla Mazal Global Solutions srl che nel maggio del 2016 venne ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria. A fine dello stesso anno, con mediazione dell’assessore al bilancio Semino, tra l’amministrazione e la Mazal si era giunti ad una compensazione delle partite di debito e credito relative ai primi 8 mesi dell’anno per la cifra di 451.065 euro. Vi erano però da calcolare ancora gli interessi di mora a tutto il 28 dicembre 2016 per le cifre compensate e a tutto il 12 febbraio 2017, data della risoluzione del contratto, per le altre somme. 

Il dirigente finanziario del comune ha così determinato l’applicazione degli interessi di mora: 1.419 euro per i mancati riversamenti (cioè le somme incassate dalla società e non più riversate al comune) compensati del 2016; 1.043 euro per i mancati riversamenti del 2017; a titolo di penale: 30.200 euro per i giorni di ritardo nella trasmissione dei rendiconti; 231.200 per il mancato riversamento oltre i 10 giorni dalla scadenza per il 2016 e 109.600 per il mancato riversamento del 2017. Per quanto riguarda, invece, la gestione parcheggi 14.600 euro sono dovuti per interessi per i mancati riversamenti compensati nel 2016, 2.363 euro per i mancati riversamenti non compensati del 2017 e 88.800 quale penale per minimo garantito fino al 28 dicembre 2016.