AUTOMOBILISMO - WEC - PIER GUIDI A LE MANS PENALIZZATO DAL BOP 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   27/06/2018 00:00:04 

 

 

Niente da fare per Alex Pier Guidi alla 86ª 24H di Le Mans dove il Bop deciso dalla Fia (Balance of Performance) ha decisamente condizionato in maniera negativa la gara delle Ferrari surclassate in pista dalla Porsche, autentica dominatrice della gara (106ª vittoria a Le Mans) nella categoria GTE PRO nell’anno del suo 70º compleanno. Dopo delle buone qualifiche, infatti, in cui Alex ed i soci Calado e Di Grassi avevano ottenuto anche il 4º tempo, durante le 24 ore di gara le 488 della Af Corse sono riuscite ad essere competitive solo in pochi momenti, quando giravano con gomme nuove al passo di qualifica, ma non hanno mai lottato per il podio. Così Pier Guidi e Calado, vittime anche di una foratura nei primi giri, hanno chiuso solo settimi di categoria, 24esimi assoluti, guadagnando 18 punti in graduatoria (18,5 il totale dopo due prove) ma all’interno di una gara in cui non avrebbero mai potuto insidiare le prime posizioni a causa di un Bop che ha penalizzato le vetture del Cavallino già a tavolino, quasi a volerle togliere dal campo ancora prima della partenza. Qualche dato? La 488 doveva pesare infatti 1.291 Kg contro i 1.269 della 911 RSR con una differenza a vantaggio della Porsche di 22 Kg. A livello di serbatoio invece alla Ferrari sono stati concessi solo 93 litri contro i 101 della vettura tedesca che però, a parità di velocità, raggiungeva la velocità massima molto prima della Ferrari. Nell’arco dell’intera maratona quindi il gap fra la 911 RSR e la 488 GTE era di ben 1”1 al giro, assolutamente irrecuperabile. “Purtroppo lo sapevamo già che sarebbe stata una battaglia persa in partenza - dice un amareggiato Alex Pier Guidi - il Bop assegnato è stato peggiore anche rispetto a quello dello scorso anno ed inoltre abbiamo pure forato nei primi giri; a quel punto, visto quanto eravamo più lenti era praticamente impossibile recuperare. Guardando il bicchiere mezzo pieno posso solo essere contento per i 18 punti guadagnati”. Prossimo impegno per il campione di Sarezzano la 4ª gara del Gt Open all’Hungaroring il 7 luglio. Prossimo appuntamento nel WEC a Silverstone dal 17 al 19 agosto.

D.M.