CRONACA DAI PAESI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   04/07/2018 00:00:09 

 

 

Resterà aperta fino a domenica 8 luglio

A Garbagna la mostra “Da Pellizza a Cuniolo”

Fra i quasi 500 visitatori del fine settimana la principessa Gesine Doria Pamphilj

 

Inaugurata venerdì alle 18 “Da Pellizza a Cuniolo. Visioni di paesaggio”, 17 tele della Pinacoteca “Il Divisionismo” della Fondazione Cr Tortona esposte nella sala polifunzionale di piazza Doria fino all’8 luglio. Curatrice la prof. Manuela Bonadeo che ha scelto opere di Pellizza, Saccaggi, Patri, Cuniolo, Dossola, Rapetti, Sala, Boccalatte, Barabino e Cavanna, che non sono nel percorso espositivo della Pinacoteca, alcune di esse mai esposte. Ha introdotto il vicesindaco Cesare Patrucco che ha poi passato la parola al sindaco Fabio Semino che ha ringraziato le autorità presenti; è stata quindi la volta del vicepresidente della Fondazione Cr Tortona Carlo Volpi e ha chiuso il prof. Mauro Galli con la descrizione delle o-pere. Si sono quindi aperti i battenti della mostra ed i 200 ospiti presenti hanno manifestato numerosi e diffusi apprezzamenti. Al termine si è gustato un lauto rinfresco servito dalla pro loco.

La mostra ha avuto da subito un indiscutibile successo e ad appena tre giorni dall’apertura si contavano già 490 visitatori. Inoltre, sabato sera, in occasione della Notte Romantica, iniziativa dei Borghi più Belli d’Italia, la mostra è stata visitata dalla principessa Gesine Doria Pamphilj insieme al marito e alle figlie. Gli orari di visita sono i seguenti: sabato e domenica ore 10,30-12,30, 16-19. 

Per visite oltre l’orario di apertura è possibile contattare i numeri 0131 877645 e 338 4953264.

Nella foto: il folto pubblico presente all’inaugurazione della mostra

 

PontecuroneAuto bruciate: continua il processo

 

Dinnanzi alla giudice Maccari si è svolta il 21 giugno l’udienza del processo per gli incendi di autovetture verificatisi a Pontecurone dall’ottobre del 2013 ai primi mesi del 2014. Dal processo uscirono di scena a settembre del 2016, dopo aver richiesto il rito abbreviato o il patteggiamento, Christina Pierro, 46 anni, ritenuta la capobanda, condannata a 3 anni e 6 mesi, il figlio Carlo Spada di 23, che ha patteggiato una pena di 2 anni e 6 mesi con la condizionale e Giuseppe Corbo, tortonese di 34 anni, condannato a 3 anni perché ritenuto l’istigatore dell’incendio del 9 ottobre 2013 della Punto di Claudio Boellis parcheggiata in via Tortona. Sono rimasti a processo i pontecuronesi Massimo Ursomarso di 39 anni, Elvis Bernini di 36 e Caterina Arilotta di 38 anni da Casei Gerola.

Ursomarso e Arilotta devono rispondere di aver bruciato il 14 ottobre del 2013, assieme alla Pierro e a Spada, due auto (una Clio ed una Scenic) parcheggiate in via Berlinguer. 

Bernini deve invece rispondere di tentato furto ai danni di un ingegnere di Casasco, furto sventato dai carabinieri grazie alle intercettazioni telefoniche.

La prossima udienza è fissata all’8 novembre.

 

Viguzzolo - Incidente in via Nuova

 

L’incidente è avvenuto martedì 26 verso le 18 in via Nuova tra un Doblò condotto dal 48enne Joselito Boatto ed una Clio alla cui guida era Renza Castellano, 71 anni, che pare fosse in retromarcia. Lo scontro è stato abbastanza violento e la donna si è poi recata in ospedale a farsi medicare, fortunatamente per contusioni giudicate non gravi.

 

Viguzzolo - Ordinanza per pulizia terreni incolti e spazi cortilizi abbandonati

 

Il sindaco Giuseppe Chiesa ha assunto nei giorni scorsi un’importante ordinanza, partendo dal fatto che negli ultimi anni si sono sviluppati numerosi incendi coinvolgendo principalmente “incolti e bordi alberati di appezzamenti coltivi”. Rilevato che “giungono segnalazioni di spazi cortilizi compresi nell’ambito urbano dove non viene praticata adeguata pulizia da erbacce e rovi creando ambiente non salubre predisposto alla proliferazione incontrollata di ratti ed insetti oltrecchè costituire pericolo di incendi” e preso atto che “molti terreni e diverse aree private all’interno del perimetro urbano o immediatamente limitrofo sono in condizioni di abbandono ed incuria” il sindaco ordina: “i proprietari di terreni incolti ed aree cortilizie abbandonate devono provvedere alle seguenti opere: *sfalcio dell’erba, taglio degli arbusti e delle sterpaglie cresciute nei terreni incolti in prossimità di strade comunali, vicinali o prospicienti spazi ed aree pubbliche; * sfalcio completo delle intere aree incolte, compresa la bonifica da arbusti infestanti, nonché la rimozione dei materiali impropri quali plastiche, macerie, rottami ferrosi o legnosi; * taglio delle siepi e dei rami che si protendono sul suolo pubblico”. Chi non rispetterà l’ordinanza riceverà la sanzione amministrativa accessoria dell’obbligo del ripristino dei luoghi.

 

Villalvernia - Pulizia dei terreni per la prevenzione incendi

 

Alla luce dei tanti incendi che la scorsa estate imperversarono sul territorio, il comune intende “ricordare” ai privati, attraverso ordinanza comunale che verrà presto emessa, che l’incuria dei terreni espone facilmente al rischio di incendi di stoppie, erbe infestanti ed arbusti d’ogni genere. Ecco perchè è importante tenere in ordine gli appezzamenti di terreno e i giardini.

La mancanza di interventi di potatura degli alberi sporgenti sul ciglio della strada rappresenta anche un fattore di pericolo per la circolazione veicolare, oltre che in caso di eventi atmosferici estremi (trombe d’aria, grandinate…) sempre più frequenti.

Ovviamente il fine non si limita alla sola sicurezza, ma intende preservare l’ordine ed il decoro delle aree interessate ed evitare inconvenienti di carattere igienico-sanitario, promuovendo l’adozione di pulizia accurata e costante delle aree incolte, con particolare riguardo a quelle limitrofe alle abitazioni ed alle strade entro 20 metri dalla fascia di rispetto dal confine ferroviario.

Il compito di vigilare sull’osservazione dell’ordinanza spetterà alla polizia municipale con facoltà di emettere sanzioni.

F.S.

 

Carbonara Scrivia - Area da bonificare

 

La situazione sta diventando insostenibile, e l’amministrazione comunale deve intervenire in modo decisivo, coinvolgendo anche il curatore fallimentare della Patrizia srl, proprietaria dell’area. Intendiamo riferirci all’area posta nella zona industriale di Carbonara che ormai da un anno è una vera e propria discarica a cielo aperto. Al camion e alle due macchine con alcuni copertoni di pneumatici che già avevamo pubblicato lo scorso anno si sono aggiunti ora altre autovetture, con targa e quindi con proprietario individuabile, e tanti pneumatici. Il sindaco lo scorso anno aveva emesso un’ordinanza di sgombero, ma la curatela aveva fatto sapere che non aveva soldi sufficienti per l’operazione. Tocca quindi al comune, per poi rivalersi sul fallimento (se ci saranno soldi) sgombrare l’area ma soprattutto tocca al comune recintarla per evitare che la situazione peggiori o, nella migliore delle ipotesi, dopo la bonifica, sia nuovamente utilizzata come discarica a cielo aperto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Brignano Frascata - Raccolti 2.330 euro per l’associazione Pasquali

 

Sala comunale gremita venerdì sera a Brignano Frascata per l'incontro con la dr.ssa Maria Grazia Pacquola che ha dialogato con tutti i presenti raccontando gli importanti passi in avanti compiuti dall'Unità di Senologia di Tortona, Breast Unit provinciale, attraverso un'intervista molto interessante ed originale. Ad introdurre la serata il coordinatore Carlo Cassola, ed infatti proprio da lui è nata l'idea di far nascere questo comitato. Quindi è stata la volta di Helenio Pasquali, che insieme al padre Giannino, ha voluto ringraziare i presenti e tutti coloro che hanno partecipato a questi appuntamenti all'insegna della solidarietà. Già, perché la domenica precedente c'è stata la camminata con salita al Monte della Croce, cui sono seguiti la lotteria ed un simpatico momento conviviale. Venerdì sera Carlo Cassola e Cinzia Morgavi hanno consegnato alla dr.ssa Pacquola un assegno di 2.330 euro per i nuovi progetti della Senologia. All'iniziativa hanno partecipato anche i sindaci di Tortona Gianluca Bardone, Castelnuovo Gianni Tagliani, Dernice Carlo Buscaglia, Casalnoceto Ernesto Vegezzi, Casasco Enrico Mandirola, il vice-sindaco di Pozzol Groppo Pietro Draghi, l'assessore al comune di Momperone Paola Zelaschi ed il vice-sindaco di Brignano Alessandro Davico. A rappresentare la Senologia, oltre alla dr.ssa Pacquola, il dottor Francesco Millo, la dr.ssa Micaela Loconte, Stella Rampollo che ha presentato un nuovo progetto con la "Stanza dei Colori" e le infermiere professionali Lorella Ragalzi e Giuseppina Boveri.

 

CRONACA

 

Pontecurone. Indennità di occupazione

Svincolate dalla Regione le indennità di occupazione ed asservimento degli immobili necessari alla costruzione del nuovo gasdotto Cortemaggiore Genova Variante, di proprietà di Emilia Lenti, Ernesto, Marco, Pier Luigi e Anna Maria Rognoni per una somma complessiva di 5.520 euro.

 

Fabbrica Curone. Cambio di proprietà del caseificio

Come noto la Comunità Montana Valli Curone Grue ed Ossona realizzò a suo tempo in località Lubbia un caseificio che poi divenne proprietà della Comunità Montana Terre del Giarolo. Lo scorso novembre il commissario liquidatore chiese alle unioni montane Terre Alte, Valli Borbera e Spinti, Valli Curone Grue Ossona se fossero interessate al trasferimento gratuito della proprietà dell’immobile e degli arredi, sia esterni che interni. Solo il presidente dell’Unione Terre Alte Fabio Sala a dicembre ha fatto pervenire la propria approvazione, per cui nei giorni scorsi il commissario Raffaella Musso ha assunto il decreto di trasferimento gratuito della proprietà ponendo a carico dell’Unione le spese di trasferimento.

 

Unione Terre di Fiume. Consuntivo

Il consuntivo pareggia in 2 milioni 42.361 euro con 17.942 euro di entrate tributarie, 1 milione 489.339 trasferimenti correnti, 182.997 di extratributarie e 352.082 di partite di giro. Sul fronte delle spese 1 milione 533.710 sono correnti, 4.281 in conto capitale, con un fondo cassa di 200.001 euro.

 

Casalnoceto. Variante parziale al prg

La Provincia ha dichiarato che la variante parziale adottata dal consiglio comunale il 16 aprile scorso, con deliberazione n.12, rispetta i criteri di legge ed è quindi compatibile con il piano territoriale provinciale. 

 

Sale. La maggioranza perde un consigliere

Colpo di scena nel consiglio comunale di giovedì 21 chiamato tra l’altro a surrogare l’ex consigliere ed assessore Enrico Santi che si era dimesso il 3 maggio e che in qualità di assessore è stato sostituito da Fabio Berri. In consiglio doveva entrare Cristina Bassan, che ha però rinunciato alla carica ancor prima di sedere in consiglio comunale. Poichè la Bassan era l’ultima consigliere comunale nella lista n. 1 “Sale cambia” il consiglio rimarrà privo di un suo membro fino alle prossime elezioni, previste per il prossimo anno. Il capogruppo di minoranza Marco Goggi ha ricordato come le cinque dimissioni susseguitesi in quattro anni rappresentino “il fallimento dell’attuale amministrazione”. Il consiglio ha poi approvato a maggioranza un nuovo regolamento edilizio.

 

Viguzzolo. Bitumatura strade

Approvato il progetto esecutivo per la bitumatura di alcune strade comunali per un costo di 65.500 euro. Il finanziamento è ottenuto dal residuo di una serie di mutui con la Cassa depositi e prestiti parzialmente utilizzati.

 

Viguzzolo. Contributi 2017

La giunta ha deciso le seguenti erogazioni relative all’anno scorso: 1.000 euro all’associazione servizi civici per la sorveglianza all’entrata ed uscita da scuola e chiusura parchi giochi; 500 all’Acv per apertura Pieve; 1.330 alla Pro Loco per la gestione di un locale della palestra nell’ambito del progetto giovani; 1.500 al centro anziani Cadirola e 1.750 al G. B. Viguzzolese per i tornei interni aperti a giovani ed anziani.

 

Carbonara Scrivia. Ruolo coattivo Tari

Il ruolo Tari del 2016 ammontava a 172.454 euro, di cui 13.316 non riscosso, che è divenuto ruolo coattivo affidato all’agenzia delle entrate.

 

Carbonara Scrivia. Contributo alla parrocchia

La giunta ha deciso un contributo di 2.000 euro a favore della parrocchia per la messa in sicurezza dell’abside.