VIGUZZOLO. COSTITUITA LA LISTA CIVICA “RINNOVAMENTO E TRADIZIONE” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   10/04/2019 00:00:02 

 

Candidato sindaco Luigi Butteri Rolandi

 

Si è costituita a Viguzzolo la lista civica “Rinnovamento e Tradizione” che parteciperà alle prossime elezioni comunali del 26 maggio. La lista si fonda su due caratteri principali: il rinnovamento e la tradizione e seguendo questi due binari è stato approntato un programma ricco di proposte concrete e non esagerate “non si vuole promettere la luna, perchè si sa che molto spesso le promesse elettorali vengono poi disattese, ma non ci si vuole nemmeno ritrovare a vivere in un paese stagnante”. La lista è composta da molti giovani, ben determinati e con tanta voglia di fare, ed anche da persone meno giovani, già pienamente inserite nell’ambiente amministrativo e che negli anni passati amministrarono il paese, così come il candidato sindaco Luigi Butteri Rolandi, sindaco dal 2004 al 2014. Un team ben affiatato per affrontare i prossimi 5 anni. Per quanto riguarda il tema del rinnovamento, la lista si propone in questi termini: “Viguzzolo ha grandi necessità di rinnovamento su tutti i fronti e per questo il contributo dei giovani è fondamentale, per poter vivere e plasmare un paese al passo coi tempi. I temi principali del nostro programma sono: l’ambiente, i giovani e lo sport, l’innovazione, la cultura, le tradizioni e le manifestazioni, il decoro e l’arredo urbano, gli anziani, la scuola, la sicurezza e la viabilità, i lavori pubblici, il sociale e l’associazionismo. La lista punta a far diventare virtuoso Viguzzolo, all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente, rendendolo un paese a misura di famiglia, di giovani, di anziani, di persone con disabilità, un paese dove gli spazi pubblici siano ben curati, un paese inclusivo e disponibile alle esigenze di tutti; aperto a nuovi e rinnovati momenti di incontro e con manifestazioni che favoriscano i nostri commercianti e i produttori locali, come avviene ormai da tempo nei comuni vicini. Infine si vuole dare un rinnovamento importante in senso tecnologico, così da poter fornire al cittadino tutti i servizi offerti dal comune anche on line. In questo rinnovamento rientrano anche altri punti del programma, che vedono la risoluzione, per quanto possibile, di tutti i piccoli problemi della vita quotidiana dei viguzzolesi”. Il secondo tema fondamentale della lista è la tradizione: “Purtroppo in questi ultimi anni le tradizioni antiche e tramandate con gelosia dalle precedenti amministrazioni del nostro paese sono andate quasi completamente abbandonate, si pensi a “Cuor di pesca”, alla festa di San Bartolomeo al colle e molti altri incontri, che mai come oggi, dove il nostro territorio gode di una grandissima visibilità nazionale e internazionale (in particolare nel settore agricolo e del vino), andrebbero invece valorizzati. Fra gli obiettivi vi è il ripristino di queste tradizioni popolari, storiche e culturali, che portavano vita in paese e spirito di collaborazione fra i cittadini e i produttori locali che ne erano certamente avvantaggiati. Ma non ci si fermerà al ripristino di queste meravigliose feste, si cercherà di integrarle con nuovi momenti di incontro per ogni stagione, auspicando anche nella collaborazione di paesi, enti e realtà vicine. Quest’anno, per esempio, purtroppo, anche se è stato fatto il carnevale dei bambini alla domenica, cosa per altro ben fatta, è saltato anche il tradizionale carnevale in piazza del martedì, che da più di 60 anni era un riferimento per tutto il circondario. Le nostre tradizioni sono le nostre radici, non dobbiamo e non possiamo abbandonarle, ma se questo è l’andazzo la situazione non migliorerà”.