AGGREDISCE LEX FIDANZATA: ARRESTATO GOMMISTA SALESE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   18/07/2018 00:00:12 

 

 

Il fatto è avvenuto a Voghera. Aveva un arsenale in auto: oltre a numerosi coltelli una pistola carica

 

E’ Michele Irenze, di 51 anni, residente a Sale, con attività di gommista in via Tortona, l’uomo arrestato dalla polizia la sera di sabato scorso e rinchiuso in carcere a Voghera, dopo una violentissima lite con l’ex fidanzata, una 56enne vogherese. Le accuse a suo carico sono di ricettazione, porto abusivo di armi e di oggetti atti ad offendere, detenzione abusiva di munizioni e stalking. Intorno alle 22 di sabato 7 luglio, alla guida di una Ford Focus non di sua proprietà, Irenze si è portato sotto l’abitazione della ex fidanzata, posta fra Largo Perosi e via Dentici a Voghera, ha suonato il campanello ma la donna non lo ha fatto salire ed è scesa in strada. Appena l’ha vista, Irenze le ha chiesto indietro i soldi che, secondo lui, la donna ed un suo amico gli avevano preso. E’ così iniziata una lite, entrambi si sono messi ad urlare e si sono spintonati finendo a terra. A questo punto l’uomo avrebbe preso la donna per il collo ed alcuni passanti che hanno assistito alla scena hanno chiamato la polizia che, giunta sul posto con alcune pattuglie, riusciva a fatica a dividere i due litiganti. Irenze mentre era trascinato via dai poliziotti ha continuato ad inveire contro la donna minacciandola di morte. Lui era accompagnato in commissariato, mentre la donna, sotto shock, trasportata e curata al pronto soccorso dell’ospedale civile per lesioni guaribili in pochi giorni. Lei avrebbe riferito anche di atti persecutori messi in atto da Irenze nei suoi confronti.

Gli agenti hanno perquisito la Ford rinvenendo due coltelli dalla lama lunga 33 centimetri, una mannaia, un taglierino, una lama affila coltelli, un bastone metallico, una sciabola ed una pistola caricata con sette colpi calibro 6,35, che ai controlli risultava rubata alcuni mesi fa da un’abitazione di La Spezia. Perquisita anche l’abitazione del gommista a Sale dove erano rinvenute alcune cartucce. Martedì in carcere a Voghera si è tenuta la convalida dell’arresto.