ENTRO FINE MESE ACCORDO FIRMATO ARDIAN-GRUPPO GAVIO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   25/07/2018 00:00:19 

 

 

Per la cessione del 40% di Astm e Sias

 

Lunedì scorso sul supplemento finanziario del Corriere della Sera è stata pubblicata un’interessantissima intervista a Beniamino Gavio, patron del gruppo omonimo che ha parlato dell’alleanza con Ardian, di cui noi avevamo scritto il 4 maggio, e del nuovo palazzetto ufficialmente presentato mercoledì. L’accordo con Ardian, il maggior fondo di investimenti europeo che gestisce almeno 55 miliardi di dollari, già illustrato a maggio, prevede l’acquisizione per 1,5 miliardi di euro del 40% di Astm e Sias, le due società del gruppo che si occupano di autostrade tramite una nuova società. All’Aurelia, holding del gruppo completamente in mano ai due rami della famiglia, rimarrà il 60%, che permetterebbe così il completo controllo delle società. Un accordo che immette denaro fresco, e che permetterà, secondo le parole di Beniamino, di “diventare entro 3-5 anni al massimo il secondo player (attore) mondiale nel settore delle autostrade”.

Come noto tra Italia e Brasile già ora il gruppo detiene 4.156 chilometri, essendo il quarto player mondiale.

 Ardian era già conosciuta dai Gavio perché socia con loro in Autovia Padana, l’autostrada che collega Piacenza a Brescia. “Abbiamo valutato quale sarebbe stata la strada più giusta per il gruppo, per salvaguardare quello che è stato fatto ed i posti di lavoro, circa 10 mila”. Gavio ha pure ricordato che dietro a lui e Marcello, il cugino figlio di Pietro, vi sono sette figli “non è giusto condizionarli imponendo loro un mestiere che magari potrebbe non piacere, per il quale si può anche non essere adatti: da genitori è difficile essere obiettivi”. La parte finanziaria dell’intervista si conclude con una dichiarazione forte “vogliamo dire al Paese ed al governo che non vendiamo l’azienda, ma solo una quota, mantenendone il controllo e la gestione e ci proiettiamo in un futuro da player globale”.

Poi Gavio si dilunga ad illustrare il nuovo palazzetto: 5000 posti, una struttura coperta da unire per gli allenamenti, con 400 posti a sedere, campi all’aperto, altri coperti d’inverno ed aperti d’estate, anche per il volley, bar, ristoranti, albergo per le squadre che vengono a Tortona ma anche per chi è di passaggio, campo di calcio, una piscina da 25 metri. Ma di questo scriviamo in altra pagina del giornale.