TORTONESI COINVOLTI NEL CROLLO DEL PONTE MORANDI A GENOVA. GIANCARLO LORENZETTO ESCE ILLESO DAL CAMION, LAURA BISIO SALVA SEI VITE CON NIGHT SPIRIT 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   05/09/2018 00:00:21 

 

 

Instancabili i sei volontari della Misericordia impegnati nel soccorso a feriti e sfollati

 

Il crollo del ponte Morandi a Genova di martedì 14 agosto ha avuto, tra le centinaia di persone coinvolte, anche due tortonesi. Il primo direttamente, perché era sul ponte ed è precipitato all’interno del proprio camion, fortunatamente senza subire lesioni, la seconda, agente di polizia, perché è stata tra i primi soccorritori con il proprio cane poliziotto, riuscendo a salvare ben sei vite. Poi ci sono i volontari della Misericordia che hanno a lungo collaborato nel capoluogo ligure.

Ma iniziamo da Giancarlo Lorenzetto di 55 anni, di Carezzano che quella mattina era a bordo di un camion del Mcm Autotrasporti e stava trasportando un rotolo d’acciaio di 300 quintali dall’Ilva di Genova a quella di Novi Ligure. Il suo racconto è drammatico. Pioveva, si era appena fermato sul ponte perché vi era un po’ di coda, quando l’asfalto dinnanzi a sé si è spaccato ed è precipitato per una cinquantina di metri. Fortunatamente prima è caduto il rimorchio, poi la motrice, il che probabilmente ha attutito il colpo. Lorenzetto ha dichiarato di essersi sentito come a Gardaland sulle barche che cadono in picchiata: si è irrigidito, ha chiuso gli occhi ed ha pensato che fosse finita. Invece, sano e salvo, si è subito sganciato la cintura, ha avvertito parenti e datore di lavoro ed è poi stato salvato dai vigili del fuoco. Nel suo lavoro di autista ha già avuto altri gravi incidenti, ma questa volta si sente proprio miracolato.

Dopo le prime visite in autobus ha raggiunto il casello di Bolzaneto ove il suo datore di lavoro lo ha prelevato.

L’altra protagonista è la sovrintendente capo della Polizia di Stato Laura Bisio, tortonese doc in servizio a Genova. Con il suo cane “poliziotto” Night Spirit, che spesso si vede passeggiare in via Emilia, era in servizio per una operazione antidroga. Pochi minuti dopo il crollo Bisio, assieme ad un collega, transita nei paraggi ed interviene immediatamente. Nella sua relazione si legge: “Il cane individuava in pochi minuti una donna incastrata in un veicolo con accanto un uomo privo di vita. Abbiamo cercato di confortarla e tranquillizzarla. Night Spirit però è irrequieto e nella Fabbrica del Riciclo fiuta la presenza di altre due donne schiacciate dalle macerie che emettevano flebili lamenti per la paura ed il dolore. Dopo aver salvato tre persone, il cane con il suo istruttore si sposta nel torrente, ove riesce ad individuare altre tre persone, riportando anche una ferita ai polpastrelli”. Laura Bisio, istruttore nazionale della Polizia per i cinofili, non è alla prima esperienza di salvataggio: con il Border collie Peter Pan, ora in pensione e sostituito dal pastore australiano Night Spirit, ottenne importanti riconoscimenti per il lavoro svolto a L’Aquila dopo il disastroso terremoto del 2009.

Infine da ricordare il lavoro svolto, fin dalle prime ore dopo il disastro, da 6 volontari della Misericordia di Tortona che, a due a due, hanno lavorato per portare assistenza ai feriti ed agli sfollati dalle case che si trovano sotto il ponte crollato. E’ stato un lavoro incessante, senza tregua e senza riposo, ma che ha dato moltissima soddisfazione: ad esempio predisporre tutto l’occorrente per ospitare decine di persone nel centro civico di Buranello, per giorni e giorni. Da ricordare anche l’opera di Ilaria Lombardi, medico psicologo ad Asti e vice presidente della Misericordia, cui è toccato l’ingrato compito di assistere le famiglie dei deceduti, gli sfollati e di partecipare ai funerali per fungere da supporto psicologico alle famiglie delle vittime. A Giancarlo Lorenzetto vadano i più sinceri auguri di non doversi più trovare in simili situazioni, a tutti gli altri il ringraziamento per l’opera svolta in un momento di dolore per tutta l’Italia.

In foto: Giancarlo Lorenzotto; La sovrintendente capo Laura Bisio con il cane Night Spirit; Ilaria Lombardi