LIFIDAR: 3 CORTI DA URLO! 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   08/05/2019 00:00:07 

 

Proiettati sabato sera alla Casa del Giovane

 

E’ stata proprio una bella serata quella di sabato 27 alla Casa del Giovane ove sono stati proiettati tre cortometraggi realizzati da un gruppo di tortonesi, i Lifidar (acronimo dell’iniziale del nome di ciascun componente) che hanno la passione per la cinematografia e per l’impegno sociale. La serata aveva come titolo “Il grande ritorno dei Lifidar” posto che il gruppo aveva iniziato le prime riprese nel 2015 con Amore Infinito I (cui sono seguiti la seconda e la terza serie) che ha riscosso un grande successo e che può essere anche vista su YouTube. Sabato sono stati tre i corti presentati, due con argomenti di grande impatto sociale: disabilità e alcolismo mentre l’ultimo affrontava per la prima volta un tema generale “giallo”. I presenti (entrata ad offerta, l’unico finanziamento per il gruppo) al termine hanno manifestato la loro piena approvazione; Marcella Graziano, vice sindaco, ci ha dichiarato: “hanno dimostrato la loro bravura attraverso un linguaggio realistico, coinvolgendo direttamente chi la disabilità la vive tutti i giorni, scegliendo come cornice Tortona ripresa con angolature inusuali. Confesso di aver avuto «qualche pugno nello stomaco» con altissima tensione nel vedere questi cortometraggi”. Il gruppo è composto da giovani ancora studenti o che da pochi anni hanno lasciato le superiori, e sono in attesa della prima occupazione. Si tratta di: Luca Motta, Irene Gragnolati, Federico Pedalino, Ioana Moise, Alberto Carboni, Davide Motta, Andrea Pochiero e Lucia Ciurca, protagonista di uno dei tre corti. I Lifidar attraverso il giornale vogliono ringraziare i fotografi Eleonora Zante e Stefano Zambolli di “Foto follie” e le comparse: Simona De Santis, Marco De Lia, Gabriele Daffunchio, Francesco De Francisco, Barbara Paoletti, Davide Corazza e Nicolò Ciurca. Bravi e... ad maiora!