LA PAGINA FLASH DI SETTE GIORNI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   10/05/2019 11:30:00 

 

 

Elezioni amministrative 2019: Gianluca Bardone risponde alle nostre domande

 

Il 29 marzo pubblicammo 11 domande rivolte ai candidati sindaco della città. A risponderci questa settimana è l’attuale sindaco e candidato della coalizione di centrosinistra Gianluca Bardone.

La prima domanda è uguale a quella di cinque anni fa: cosa si vuole fare concretamente per rilanciare l’economia della città? Ci bastano due idee, che di questi tempi ci pare scarseggino anche a livello nazionale.

Economia e lavoro sono settori nei quali il comune non ha la possibilità di intervenire direttamente ma può, con le proprie politiche, creare condizioni favorevoli per chi vuol fare impresa ed individuare possibili settori di sviluppo. Queste politiche devono però essere frutto di un continuo confronto con le categorie imprenditoriali e produttive della città e supportate da analisi serie e ragionate. Siamo convinti che Tortona abbia due grandi vocazioni: quella logistica e quella culturale/turistica. Nel primo caso si tratta di una vocazione che ha radici antiche, mentre la seconda è più recente e finora se ne è parlato tanto ma resta ancora molta strada da fare. Noi abbiamo deciso di svilupparle entrambe sapendo che per lo sviluppo della logistica molto dipende dagli investimenti di soggetti terzi (RFI con il potenziamento della stazione di Rivalta), dal completamento di infrastrutture vitali come il Terzo Valico. Allo stesso tempo con la modifica del Piano Regolatore Generale abbiamo individuato aree idonee dal punto di vista infrastrutturale per nuovi insediamenti produttivi legati alla logistica. Il comune deve mantenere il proprio ruolo di “regia” sul territorio, facendo sì che gli investimenti abbiano una ricaduta positiva per l'occupazione. Allo stesso modo, nell'ambito culturale e turistico bisogna continuare nel percorso di valorizzazione delle nostre eccellenze enogastronomiche (come il progetto “Prigionieri del gusto” nelle ex carceri di via Bandello) e culturali come il teatro, il Museo Civico, l'Orsi, etc. per creare finalmente un'offerta culturale completa....

 

Due tortonesi coinvolti nella nuova tangentopoli milanese

 

La piccola (o grande? l’inchiesta lo chiarirà) tangentopoli milanese che ha coinvolto esponenti di Forza Italia e della Lega e che ha portato alla custodia cautelare di 45 persone, di cui 12 in carcere, coinvolge anche il Tortonese. Con obbligo di dimora è infatti Andrea Ormelli, 56 anni, originario di Montebore ma abitante a Monleale, direttore tecnico della Simedil srl di Novate Milanese, specializzata in costruzioni, restauri, manutenzioni, movimento terra, impianti civili ed industriali che fa capo a Renato Napoli, arrestato. Pende invece su Diego Sozzani, 58 anni, deputato di Fi, la richiesta di arresto inviata alla Camera che dovrà decidere entro breve. Sozzani è stato presidente della provincia di Novara ed è marito di Emanuela Patta, ex assessore leghista tortonese. Ed in effetti pare che la dimora tortonese sia stata nei giorni scorsi perquisita dalle Fiamme Gialle.

La vicenda è sempre la solita: un giro di politici e di trafficanti che si mettono d’accordo per pilotare gare d’appalto, assegnazioni di consulenze varie, incarichi “fiduciari”.....

 

Come sarà il nuovo reparto di riabilitazione

 

Accantonando le perplessità che ormai sorgono spontanee ad ogni annuncio sulla sanità che interessa la nostra zona, occorre riconoscere che il progetto per il nuovo reparto tortonese di riabilitazione di secondo livello è una gran cosa. Sarà inaugurato nel 2021 (o forse 2022) visto che i lavori dovrebbero iniziare entro febbraio del prossimo anno, ma sarà dotato di arredi ed attrezzature per la terapia convenzionale, ed anche di tecnologie avanzate (robotiche, antigravitarie, realtà virtuale) necessarie per il recupero del cammino, delle attività manuali e delle più semplici autonomie. Vi saranno: •un’area diagnostica comprensiva di analisi del cammino, della postura e dell’equilibrio, della forza e dei parametri vitali durante l’esercizio; •un’area per la rieducazione con robot per l’arto superiore e la mano e dell’arto inferiore per il cammino; •un’area antigravitaria con sistemi per la mobilizzazione delle gambe abbinati alla verticalizzazione; •un’area per la dimissione con tecnologie tutorizzanti;

 

Bene la riabilitazione ma in ospedale c’è bisogno di reparti d’urgenza

 

Dopo la visita di giovedì 2 maggio del governatore Chiamparino e dell’assessore regionale Saitta al nostro ospedale per illustrare quanto sarà fatto, con colpevole ritardo, per il reparto di riabilitazione di secondo livello, ci pare giusto ritornare sull’ormai annoso tema. Tutto nacque, è stato detto in Regione, dalla chiusura del punto nascite trasferito a Novi per rafforzare quel reparto. In effetti il numero di nascite in città era lievemente al di sotto dei limiti previsti (500 nascite anno) ma esistono in Regione altri punti nascite che non raggiungono questi numeri. Di più: al tempo di quella decisione non era stato scritto in nessun documento che il trasferimento di quel reparto avrebbe portato alla soppressione di altri reparti, mascherati solamente dal nome: “struttura complessa di Novi e Tortona”.

 

Ospedale: i tortonesi vogliono altro!

 

La Regione ha finalmente trovato il tempo di finanziare il progetto per la riabilitazione di secondo livello presso l’ospedale di Tortona con una spesa di 3 milioni 489 mila euro! Il comunicato, altisonante, dimentica di ricordare che il finanziamento riguarda una “delibera dell’assessore alla sanità” di fine 2015! In più si afferma: “la creazione della riabilitazione di secondo livello oltre ad essere il mantenimento di un impegno assunto dalla Regione, costituisce un ulteriore tassello nel percorso di rilancio e di potenziamento dell’ospedale di Tortona intrapreso negli ultimi anni (dove? Ndr) e renderà il Santi Antonio e Margherita un punto di riferimento della specialità anche per i pazienti che arrivano da altre regioni. L’area si troverà al secondo piano dell’ospedale e l’Asl, che ha già approvato il progetto, potrà ora effettuare le procedure per la gara d’appalto”. Ed anche qui l’altisonante comunicato dimentica di dire che il progetto è già pronto dallo scorso mese di agosto, ovvero da 8 mesi. Infine il comunicato afferma: “con l’investimento di circa 3,5 milioni, frutto dei risparmi ottenuti dalla Regione in questi anni grazie alla riorganizzazione dei servizi e alla riduzione degli sprechi nella sanità, saranno effettuati una serie di interventi strutturali ed impiantistici e saranno acquistati gli arredi e le attrezzature necessarie all’attivazione dell’area di riabilitazione”....

 

Da altre regioni

 

Il comunicato della giunta regionale piemontese che annuncia il finanziamento del reparto tortonese di riabilitazione afferma “renderà l’ospedale un punto di riferimento anche per i pazienti che arrivano da altre regioni”. Ma al cittadino del Tortonese non interessa attirare pazienti ospedalieri! Interessa che non sia lui a dover andare in altre regioni per farsi curare, o girare per l’intera provincia (Novi, Alessandria, Casale) per guarire da patologie che abbisognano di interventi urgenti, salvavita. Insomma abbiamo bisogno di una cardiologia, di una neurologia che pochi anni fa erano il fiore all’occhiello del nostro ospedale. Tutto il resto è geografia ed economia sanitaria, che non ci interessa....

 

 

Collaborazione Centro di Riabilitazione Bios-Lisino e Derthona Basketball Lab

 

Il Derthona Basketball Lab è lieto di comunicare l'avvenuta chiusura di un accordo di collaborazione con il Centro di Riabilitazione Bios-Lisino.

Il Centro di Riabilitazione Bios-Lisino offre valutazioni medico-specialistiche e psicologiche, trattamenti riabilitativi per soggetti con disturbi motori di natura sia ortopedica sia neurologica, e di terapia fisica (laser terapia, magnetoterapia, onde d’urto, tecar terapia, ultrasuoni) per patologie con dolore cronico, oltre a rieducazione logopedica e neuropsicologica per disturbi cognitivi, comunicativi e della deglutizione. Il centro Bios-Lisino è inoltre specializzato nel trattamento degli infortuni dello sportivo. Il centro è dotato di moderne attrezzature e di una piscina riabilitativa con  percorso vascolare, un ampio parcheggio, un bar e un giardino. "La sigla di questa collaborazione mi rende molto orgoglioso....

 

I dati principali del consuntivo 2018

Puntualizzazioni dell’assessore Semino

 

Gentile direttore,

è vero che sul numero del 26 aprile sono stati pubblicati i dati principali del bilancio consuntivo 2018 e che sul numero del 3 maggio si è data notizia che il consiglio comunale con larga maggioranza ha approvato il consuntivo. Ma se mi è permesso vorrei evidenziare alcuni dati significativi estrapolati dal rendiconto, che a mio parere illustrano il buon lavoro compiuto. Il fondo cassa si è chiuso con 6,5 milioni di euro ed il nostro comune non è mai stato in anticipazione di cassa, ovvero per chi non è uso a leggere bilanci comunali, non è mai stato in rosso e non ha quindi mai chiesto “un prestito” al tesoriere. I tempi di pagamento verso i fornitori sono diminuiti da 80 giorni del 2017 ai 63 dello scorso anno. Il risultato della gestione di competenza presenta un avanzo di 3,5 milioni di euro. L’indebitamento complessivo del comune passa da 42,1 milioni del 2016 a 39,3 milioni. Le spese per il personale sono state pari a 5,3 milioni, mentre la media negli anni 2011/2013 era di 6,4 milioni.....

 

Luciano Mariano presidente Fondazione Cr Alessandria

 

Luciano Mariano, 66 anni, tortonese doc, è da martedì scorso 7 maggio il nuovo presidente della Fondazione Cr Alessandria, sostituendo Pier Angelo Taverna che ha terminato il suo mandato. Mariano, che ha compiuto gli studi in città laureandosi a Pavia, è notaio in Alessandria, ove ormai abita da decenni, ma mantiene i suoi contatti con la città natale. Molti ricorderanno sua madre, la maestra Lingua, o il padre, ufficiale giudiziario presso il nostro tribunale. Il consiglio d’amministrazione della Fondazione è composto inoltre da Giovanna Maria Debernardi, Agostino Gatti, Egidio Rangone e Cesare Rossini, mentre il direttore è Pier Luigi Sovico.....

 

Fiera e Festa di Santa Croce

Tutte le manifestazioni

 

Arriva da sabato 11 a lunedì 13 maggio la Festa e Fiera di Santa Croce, la più solenne e più sentita dai tortonesi, con un’edizione particolarmente ricca di eventi in parte sostenuti da Ubi Banca. Ad animare la festa le “rosse” Ferrari. Si inizia sabato pomeriggio in piazza Malaspina con esposizione di auto Ferrari Gt in collaborazione con la scuderia Ferrari Club “The Official Ferrari Passion”. In piazza Duomo sabato pomeriggio e domenica si potranno vivere le emozioni del Gran Premio con i simulatori Ferrari Driver Academy e partecipare alle prove di Pit Stop alle autovetture di F1. Ma la tradizione non può mancare con bancarelle e luna park attrazioni che più di altre caratterizzano la festa. Il luna park resterà in funzione fino al 19 maggio, anche quest’anno con momenti dedicati ai disabili (9 maggio) e agli studenti (15 maggio). Le bancarelle arriveranno nelle vie del centro nella mattina di sabato e vi resteranno fino a lunedì. Altre attrazioni tradizionali il banco di beneficenza allestito dal Gruppo di Volontariato Vincenziano in corso Montebello 48, la tradizionale tombola di Santa Croce alle 18,30 di domenica in piazza Gavino Lugano a cura della Cri, in via Emilia sud esposizione di concessionari d’auto e dalle 15 di domenica in via Emilia nord esposizione d’auto d’epoca. Ma Santa Croce è anche altro. Innanzitutto festa religiosa con la messa del vescovo alle 18 di lunedì in duomo preceduta dal triduo dall’11 al 13 maggio, sempre alle 18. E poi cultura. Sabato 11 maggio alle 18 inaugurazione di “Casa Barabino” la casa studio del pittore al numero 10 dell’omonima via, restaurata dalla Fondazione Cr Tortona con presentazione dell’allestimento degli ambienti di vita e di lavoro dell’artista tortonese; dalle ore 15 alle 19 visita al rinnovato percorso dedicato al Divisionismo presso la Pinacoteca della Fondazione in corso Leoniero e alle 21,15, al teatro Civico “Ra spiciola a gl’è-t?” spettacolo dell’Officina del Dialetto. Domenica 12, a partire dalle 17, “Museo in cantiere”, visite guidate a palazzo Guidobono e in via Cereti ai progetti in corso per realizzare il museo civico. Sabato e domenica dalle 16 alle 19 mostra del gruppo 7 “Il senso dei cammini” nel chiostro del museo diocesano e visita al museo. La festa si conclude lunedì, alle ore 21, al teatro Civico, con lo spettacolo “Acca” nell’ambito di PerosiEdu.

 

Promozione - Girone D - Hsl Derthona promosso in Eccellenza

 

Che festa! Al triplice fischio finale dell’ultima giornata di campionato che vedeva i leoni opposti al SanMauro, è esplosa la gioia di giocatori e tifosi per la promozione in Eccellenza che riporta il Derthona nelle parti alte del calcio regionale dopo il nefasto fallimento di tre anni fa. Una gioia incontenibile arrivata a coronamento di una stagione fantastica dei leoni che dopo aver rodato il motore lo scorso anno in Prima Categoria, hanno dominato questa stagione di Promozione, non senza qualche momento di difficoltà, come è umano che sia. Con la squadra vincono anche i tifosi che domenica, sugli spalti gremiti del Coppi, hanno regalato uno spettacolo incredibile per la categoria, cantando per 90’ e trascinando i loro beniamini alla vittoria finale per poi festeggiare tutti insieme sul terreno di gioco la seconda promozione consecutiva.

Numeri. Questi i numeri di una stagione da ricordare che ha visto il Derthona comandare la classifica in lungo ed in largo tranne nel periodo tra la 21ª e la 22ª giornata in cui si è fatto sorpassare dal SanMauro. Per il resto un monologo con 67 punti finali frutto di 20 vittorie, 7 pareggi e 3 sole sconfitte (di cui una a tavolino), 70 reti fatte (36 al Coppi) che ne fanno il miglior attacco dell’intera Promozione regionale e solo 26 subite, miglior difesa del Girone D. Il bomber è Merlano che chiude con 21 reti, seguito da Russo a quota 17, Mutti a 7 nonostante un minore impiego, Soumah a 6 e Calogero a 4. Importanti anche i numeri dei tifosi, che non vivevano una promozione “casalinga” ormai da decenni, con una media di 500 ogni domenica, davvero un lusso per la categoria.....

 

Coppa Italia Promozione - Domenica finale con il Lascaris 

Pellegrini: “Vogliamo la Coppa, daremo il massimo”

 

La vittoria del campionato è un fantastico traguardo, inatteso all’inizio e fortemente voluto con il passare delle giornate, ma per rendere ancora più memorabile questa stagione e riuscire per il secondo anno di fila a piazzare la doppietta Campionato-Coppa, i ragazzi di Pellegrini, domenica ad Ivrea, devono ancora superare un difficile scoglio, di nome Lascaris, che li divide dall’impresa. Un appuntamento non facile per i bianconeri, che però hanno già dimostrato di non avere timore di nessuno e di potersela giocare con chiunque.

La situazione. Mister domenica ad Ivrea potete rifare il double come la scorsa stagione. Siete pronti? “Domenica è importantissima - dice Pellegrini - e noi dobbiamo giocare come abbiamo fatto fino ad ora senza pensare che sia già finita. E’ stato giusto festeggiare per la vittoria del campionato perché ce lo siamo meritati ed è stata difficile ma da martedì abbiamo riabbassato la testa e ci siamo allenati come al solito, con serietà e impegno. Vogliamo vincere la Coppa e chiudere questa fantastica stagione al meglio regalando ai nostri tifosi un’altra gioia come quella di domenica”....

 

2ª Categoria - Gironi I-L - La Viguzzolese ne fa 5, Molinese dilaga, Casalnoceto di misura, Garbagna e Cassano ko

 

Viguzzolese-Mezzaluna            5-4

Contro la malcapitata Mezzaluna la Vigu prima dilaga portandosi sul 5-1 e poi si addormenta facendosi spaventare dal rientro degli ospiti che però non concludono l’opera. Granata in 10 dopo 20’ per l’espulsione, parsa affrettata, di Russo per fallo da ultimo uomo. “Fatto il 5-1 ci siamo addormentati - dice il mister - dobbiamo sempre ricordarci che le partite durano 95’. Domenica ci sarà l’ultimo atto con la trasferta a Solero (41). Se vinciamo nel nostro girone non si faranno i playoff. Se invece pareggiamo o perdiamo giocheremo il 2 giugno contro Solero o Don Bosco AL”.

VIGUZZOLESE: Taverna (46’ Pisani), Cremonte, Cadamuro, Russo, Ratti, Bini (60’ Bergo), Lazzarin Federico, Trecate, Cassano (65’ Fossati), Faliero P. (25’ Alchieri), Elefante (55’ Bordoni); a disp. Scotti, Lazzarin Fabrizio. All. Lombardi.

Reti: 22’ Trecate, 30’ e 52’ Cassano, 54’ Elefante, 65’ Cadamuro....

 

3ª Categoria - Girone AL - Sale e Sardigliano volano ai playoff, Villetta è 5ª ma resta fuori, Audax e Aurora mai cosi’ bene

 

Tiger Novi-Sale                1-5

Il Sale di mister Rizzin chiude la stagione regolare rifilando una cinquina al malcapitato Tiger e con 56 punti, 3º posto, si qualifica ai playoff dove affronterà, il 19 maggio, con il vantaggio del campo e due risultati utili su tre (vittoria e pareggio), il Sardigliano di Ziliani (4º). Una stagione super per i nerostellati che, dopo 4 sconfitte consecutive nelle prime 4 giornate ed il cambio in panchina da Clementini a Rizzin, non hanno più subìto sconfitte totalizzando 56 punti frutto di 5 pareggi e 17 vittorie con 61 reti all’attivo e solo 21 subite, la seconda miglior difesa del girone. “Siamo contenti e ci prepareremo al meglio per la gara con il Sardigliano che è una squadra rognosa, difficile da affrontare, che sa come metterti in difficoltà”

SALE: Ferrari, Tullo, Khoune, Castini M., Belvedere, Laghnane, Fossati, Quaglia, Luisetto (32’ Zito), Castini C. (56’ D’Ambrosio), Giannini; a disp. Biscaro, Prati, Gonella, Mamprin, Chivetto. All. Rizzin.

Reti: 21’ e 62’ Fossati, 42’ Belvedere, 82’ D’Ambrosio, 91’ Laghnane....

 

Derthona Basket - Serie A2 - 15 giorni per il passaggio di quote

Ferencz Bartocci (in pole) o Giulio Iozzelli per il ruolo di dg. Spizzichini è ai saluti

 

Si lavora alacremente in casa Bertram Derthona per cercare di definire la nuova compagine societaria, con l’ingresso in maggioranza del Gruppo Gavio che dovrebbe rafforzare la società dal punto di vista economico dandole più ampio respiro e la possibilità di programmare con tranquillità quello che rimane il sogno della dirigenza bianconera, l’approdo alla Serie A. In questo periodo, con Beniamino Gavio in Brasile per impegni, gli uomini del Gruppo stanno valutando le modalità e sembra che nei prossimi 15 giorni la questione dovrebbe essere completamente definita. Nell’ambiente bianconero è anche in procinto di essere conclusa la questione legata al direttore generale per cui sono in lizza due nomi importanti del basket italiano, Ferencz Bartocci, attuale direttore operativo della Fiat Torino, e Giulio Iozzelli, ds di Pistoia, con cui in settimana ci sono stati colloqui. La decisione su chi entrerà a far parte del gruppo dirigenziale bianconero sarà molto probabilmente presa la prossima settimana nel CdA in programma in cui si valuterà l’eventuale sostituto di Petronio con Bartocci in pole.....

 

Automobilismo - WEC - Pier Guidi chiude 2° a Spa

Domenica in pista a Monza per l’Elms

 

Prova di grande spessore, e molto fortunata, quella regalata ai tifosi del cavallino dal duo Pier Guidi-Calado nella 6h di Spa-Francorchamps, penultima gara del mondiale endurance (WEC) che si correva sabato pomeriggio sullo storico circuito belga immerso nella foresta delle Ardenne. La seconda posizione finale nella classe GTE-Pro ottenuta con la Ferrari 488 GTE numero 51 del team AF Corse infatti è un risultato totalmente inaspettato visti i non buoni risultati ottenuti in qualifica ma nonostante i 18 punti guadagnati, il pilota di Sarezzano (3º con 98,5 punti) non è riuscito a riaprire la corsa al mondiale che si chiude fra un mese con la 24h di Le Mans. Matematicamente infatti la prima posizione non è più raggiungibile (Estre-Christensen con 140 punti) e Pier Guidi e Calado cercheranno di fare del loro meglio per chiudere il mondiale al 2º posto. La 6 Ore di Spa-Francorchamps edizione 2019 sarà ricordata come una delle gare più pazze della storia: a caratterizzare la giornata è stata infatti la neve, che è caduta a più riprese sulla pista delle Ardenne condizionando il risultato.

 

 

Il resto delle notizie le potete trovare su Sette Giorni attualmente in edicola o sul sito a partire da mercoledì 15