LUNEDÌ IL PATRI HA INIZIATO LE LEZIONI NEI NUOVI LOCALI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   12/09/2018 00:00:12 

 

 

Nello stabile dell’ex università in via Bonavoglia in zona Dellepiane

 

Gli alunni della media Patri del Comprensivo B hanno iniziato lunedì 3 settembre nella nuova provvisoria sede di via Bonavoglia. Il primo impatto pare molto positivo: la struttura è anzianotta ma ristrutturata recentemente per ospitare l’università per infermieri ed è subito piaciuta ad alunni, genitori e dirigente scolastica, che ha apprezzato l’architettura da loft molto moderna e piacevole. Il primo giorno di scuola non ha avuto problemi, se non qualcuno interno per via della composizione delle classi, e così nei giorni successivi, se si esclude il fatto, per altro non pericoloso, che un senzatetto, “sfrattato” dal vicino capannone ermeticamente chiuso dagli uomini del comune, aveva scelto di dormire proprio sotto la pensilina d’ingresso della scuola. La direzione ha chiesto l’intervento dei vigili e tutto si è risolto; i giovani che hanno visto la scena forse hanno toccato con mano una triste realtà della nostra società. All’apertura della scuola (12 classi per un totale di 257 alunni, più la direzione e la segreteria) erano presenti il vice sindaco Graziano, l’assessore ai lavori pubblici nella sua doppia veste di padre ed assessore Fara e l’assessore Bianchi. L’unico problema che ci sembra da evidenziare è la necessità di instaurare un senso unico con uscita sulla rotonda di viale Dellepiane, problema però facilmente risolvibile.

L’apertura dell’anno scolastico per le medie è stata preceduta giovedì 30 agosto nel pomeriggio dalla riunione in sala Romita dei genitori, accorsi in almeno un centinaio. Il dirigente del settore servizi alla persona, Luisa Iotti, ha ricordato che l’amministrazione ha accolto la richiesta dei genitori di istituire un servizio scuolabus da e per la scuola con partenza da viale Kennedy. “Costerà 30 euro una tantum, sarà utilizzato solamente da chi è iscritto al servizio ed inizierà il 17 settembre, quando inizieranno anche i servizi di mensa, pre scuola e ci sarà l’orario definitivo. Non ci saranno fermate ma servirà solo per arrivare a scuola alle 7.40 ed uscire alle 13.20”. Per iscriversi basta scaricare la domanda dal sito del comune entro il 14 settembre prossimo. Intanto anche il sottopasso ferroviario è stato ripulito e imbiancato e sarà sorvegliato dagli iscritti all’associazione carabinieri: lunedì solo in 8 ne hanno usufruito, ma il primo giorno non fa testo.

La responsabile dottoressa Continillo, lunedì mattina, si è detta molto contenta della soluzione trovata in via Bonavoglia ed anche per quella in via Bidone che ospiterà 227 alunni delle elementari suddivisi in 10 classi “Qui abbiamo una architettura moderna e funzionale, per le elementari in via Bidone un’architettura datata, ma studiata appositamente per ospitare classi di scolari”.

Ritornando a giovedì scorso c’è da ricordare che l’amministrazione aveva previsto dopo la riunione una visita alle tre sedi. Piaciuta quella di piazzale Mossi (8 classi per 192 alunni), che per altro ospitava una scuola fino a poco tempo fa e che ha avuto alcune ristrutturazioni recentissime, così come quella di via Bonavoglia, mentre l’ex asilo Monumento ai Caduti ha destato alcune perplessità, che però l’amministrazione è certa verranno meno con l’inizio delle scuole. In effetti in quell’edificio i lavori erano ancora un poco indietro, mancavano i banchi, gli arredi e la pulizia generale. All’inizio di questa settimana si è provveduto all’allacciamento idraulico per l’antincendio, che non era presente, e dal comune assicurano che tutto sarà a posto per lunedì. Anche in questo caso si opererà un cambio di circolazione in via Bidone con l’inversione di marcia (entrata da corso Romita) in modo da evitare l’ingorgo in questo corso all’uscita dallo Scolastico e chiusura al traffico nella tarda mattinata quando gli scolari usciranno da scuola.

Insomma pur mettendo nel conto che qualche inconveniente potrà essere registrato, non possiamo che plaudire al lavoro che i dipendenti comunali, in piena estate, hanno compiuto per coordinare tutti i lavori, organizzare i nuovi servizi e venire incontro alle numerose richieste dei genitori. Un vero e proprio super lavoro eseguito a regola d’arte del quale è giusto rendere pubblico conto. Grazie.